BOLLETTINO DI VALUTAZIONE DELLE CRITICITÀ

Emissione di Venerdì, 01 Febbraio 2019, ore 13.31

AVVISO DI CRITICITÀ REGIONALE

Valido dalle ore 14.00 di Venerdì, 01 Febbraio 2019 alle ore 20.00 di Sabato, 02 Febbraio 2019

FENOMENI PREVISTI

ntenso flusso di Scirocco interessa la Toscana con piogge abbondanti sui rilievi, mare agitato e vento a tratti forte.
PIOGGIA: nel corso del pomeriggio graduale intensificazione delle precipitazioni che tenderanno a divenire particolarmente persistenti sui rilievi settentrionali. La fase più intensa al momento sembra essere quella a partire da metà pomeriggio di oggi (16-24) e la prima parte di sabato (00-06) quando le precipitazioni potranno assumere anche carattere di forte intensità. Successivamente le precipitazioni saranno più intermittenti e a carattere sparso.
Si segnala anche zero termico fino oltre i 2000 metri con conseguente fusione del manto di neve esistente con possibili apporti di ulteriori mm ai cumulati previsti sulle zone montane.
Cumulati previsti:
area L-S1-R1 medi abbondanti, massimi fino a molto elevati sui rilievi (Apuane e Appennino settentrionale), intensità generalmente moderata temporaneamente forte nella serata di oggi, venerdì, e nelle prime ore della notte;
area B medi abbondanti con massimi sui rilievi molto elevati;
aree V-S2-S3-A4 e M medi significativi, massimi fino a localmente elevati, intensità moderata con punte fino a forte nella serata di oggi, venerdì, e nella prima parte della notte;
sulle aree orientali e meridionali A1-A2-T-E1-O1-O2-F1 medi significativi, massimi fino a elevati;
altrove medi significativi.
TEMPORALI: nella sera di oggi, venerdì, possibili temporali sparsi sulle zone di nord ovest. Domani, sabato, possibili temporali sparsi su tutta la regione.
VENTO: oggi, venerdì, vento forte meridionale in particolare sull’Arcipelago, sulla costa e sui rilievi. Domani, sabato, ancora vento forte sulle zone orientali in particolare sui rilievi, ma in attenuazione.
MARE: oggi, venerdì, mare agitato. Domani, sabato, ancora mare agitato nella notte e fino alle prime ore del mattino.

 

RISCHIO TEMPI CRITICITÀ
IDROGEOLOGICO
IDRAULICO RETICOLO MINORE
in corso fino
alle ore 14.00 Venerdì, 01 Febbraio 2019
GIALLO
IDROGEOLOGICO
IDRAULICO RETICOLO MINORE
dalle ore 14.00 Venerdì, 01 Febbraio 2019
alle ore 20.00 Sabato, 02 Febbraio 2019
ARANCIO
VENTO
dalle ore 13.30 Venerdì, 01 Febbraio 2019
alle ore 06.00 Sabato, 02 Febbraio 2019
GIALLO
MAREGGIATE
dalle ore 13.30 Venerdì, 01 Febbraio 2019
alle ore 06.00 Sabato, 02 Febbraio 2019
GIALLO
BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N.2 DEL 01/02/2019 Emesso il 01/02/2019 ore 17,10

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 2 DEL 01/02/2019 
Emesso il 01/02/2019 17.10

Analisi dei dati


al momento sono in atto piogge diffuse sulle zone settentrionali, isolate altrove. Nelle ultime 3 ore registrati cumulati massimi fino a a 30-50 mm sull’Appennino Tosco-Emiliano e sulle Apuane. Parte dei cumulati osservati nelle stazioni di montagna sono probabilmente dovuti alla fusione della neve.<
Si segnalano livelli idrometrici in aumento su tutto il reticolo idraulico oggetto dell’avviso di criticità.

Previsione Meteo


nelle prossime ore piogge persistenti continueranno a interessare le zone settentrionali e in particolare i rilievi (Apuane e Appennino Tosco-Emiliano). Nelle prossime 3 ore si prevedono cumulati massimi fino a 20-50 mm sulle zone nord-occidentali (aree L, S1, V, S2). Intensità oraria tra 15 e 25 mm. 

Valutazioni idrauliche/idrogeologiche


Si prevedono nelle prossime 3 ore ulteriori incrementi dei livelli idrometrici, con la possibilità, in alcune sezioni idrauliche, del raggiungimento della 1° soglia di riferimento. 

Prossimo aggiornamento previsto per 01/02/2019 20.00 

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N.3 DEL01/02/2019 Emesso il 01/02/2019 ore 19,17

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 3 DEL 01/02/2019
Emesso il 01/02/2019 19.17

Analisi dei dati


precipitazioni persistenti sulle zone di nord-ovest con cumulati nell’ultima ora fino a 30-40 mm in montagna (subaree S1 e V). Al momento non si segnalano fulminazioni sul territorio regionale.
I livelli idrometrici sul Fiume Versilia sono in rapido incremento; si segnalano a partire dalle sezioni più a monte i seguenti valori idrometrici: Vezza a Ruosina 1,11 m szi (1° soglia a 1,80 m szi), Seravezza 1 – 2,61 m szi
(1° soglia di riferimento a 2,50 m szi), Seravezza 2 – 4,30 m szi (1° soglia a 4,00 m szi), Ponte Tavole 2,59 m szi (1° soglia a 2,80 m szi) alle ore 18.45 ora solare.
Altri importanti incrementi si registrano sulla Lima, a Casotti di Cutigliano il livello idrometrico ha raggiunto i 2,90 m szi (1° soglia a 3,00 m szi), a Ponte di Lucchio i 3,33 m szi (1° soglia 4,70 m szi), a Chifenti 2,16 m szi
(1° soglia a 2,90 m szi). Sulla parte medio alta del Serchio segnaliamo Ponte di Campia con livello idrometrico a 1,02 m szi (1° soglia a 3,00 mszi) e Calavorno 2,14 m szi (1° soglia a 4,70 m szi).
Il Frigido a Canevara ha raggiunto quota 1,74 m szi (1° soglia a 1,90 mszi), il T. Carrione a Carrara è a 1,15 m szi (1° soglia 1,80 m szi), mentre ad Avenza è 2,02 m szi (1° soglia a 2,20 mszi).
Sul F. Magra gli innalzamenti stanno per raggiungere quasi ovuque la 1° soglia di riferimento.

Previsione Meteo


si conferma nella sostanza la previsione emessa nel precedente monitoraggio, pertanto nelle prossime due/tre ore piogge persistenti continueranno a interessare le zone settentrionali e in particolare i rilievi (Apuane e Appennino Tosco-Emiliano). Nelle prossime due/tre ore si prevedono cumulati massimi fino a 40-60 mm sulle zone nord-occidentali (subaree L, S1, V, S2). Intensità massima oraria fino a 20-30 mm.

Nelle prossime due/tre ore la probabilità di fulminazioni è bassa.

Con le uscite modellistiche disponibili al momento non si prevedono modifiche sostanziali al quadro esposto fino alle prime ore della notte.

Valutazioni idrauliche/idrogeologiche


Nelle prossime 2 ore saranno ancora probabili ulteriori incrementi idrometrici, in particolare sulle zone settentrionali interessate dall’avviso di criticità. Segnaliamo la possibilità di eventi franosi di versante e smottamenti generici.

 

Prossimo aggiornamento previsto per 01/02/2019 21.00

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N.4 DEL 01/02/2019 Emesso il 01/02/2019 ore 21,06

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 4 DEL 01/02/2019
Emesso il 01/02/2019 21.06

Analisi dei dati


piogge diffuse sulle aree nord occidentali (V-L-S1-S2-R1), sparse sul resto della regione. Nelle ultime due ore cumulati massimi fino a circa 40-60 mm su S1 e fino a 30 mm su R1 e B. Non si segnalano fulminazioni.
I livelli idrometrici sul Fiume Versilia sono in rapido ulteriore incremento, in prossimità della seconda soglia di riferimento; in particolare, si segnalano a partire dalle sezioni più a monte i seguenti valori idrometrici riferiti alle ore 20.45 ora solare:
– Seravezza 1 – 2,75 m szi (1° soglia di riferimento a 2,50 m szi)
– Seravezza 2 – 4,43 m szi (1° soglia a 4,00 m szi)
– Ponte Tavole 3,12 m szi (1° soglia a 2,80 m szi)
Ulteriori incrementi si registrano sulla Lima (bacino idrografico del Serchio) nelle seguenti stazioni idrometriche:
– Casotti di Cutigliano il livello idrometrico ha raggiunto i 3,32 m szi (1° soglia a 3,00 m szi)
– Ponte di Lucchio i 4,79 m szi (1° soglia 4,70 m szi)
– Chifenti 2,75 m szi (1° soglia a 2,90 m szi)
Sulla parte medio alta del Serchio segnaliamo:
– Ponte di Campia con livello idrometrico a 1,54 m szi (1° soglia a 3,00 mszi)
– Calavorno 3,47 m szi (1° soglia a 4,70 m szi).
I livelli del Frigido a Canevara (1,66 m szi – 1° soglia a 1,90 mszi) e del T. Carrione a Carrara (1,15 m szi – 1° soglia 1,80 m szi) e ad Avenza (2,04 m szi -1° soglia a 2,20 mszi) appaiono stazionare appena sotto la prima soglia di riferimento.
Sul F. Magra gli innalzamenti stanno per raggiungere quasi ovunque la 1° soglia di riferimento.

Previsione Meteo


nelle prossime due-tre ore ancora piogge persistenti sulle zone settentrionali e in particolare i rilievi (Apuane e Appennino Tosco-Emiliano). Si prevedono cumulati massimi fino a 40-60 mm sulle zone nord-occidentali e sull’Appennino Tosco-Emiliano (aree V, S1, S2, R1 e B). Intensità massima oraria fino a 20-30 mm/h.

Nelle prossime due/tre ore la probabilità di fulminazioni continuerà a mantenersi bassa.

Con le uscite modellistiche disponibili al momento non si prevedono modifiche sostanziali al quadro esposto fino alle prime ore della notte.

Valutazioni idrauliche/idrogeologiche


Nelle prossime 2 ore saranno ancora probabili ulteriori incrementi idrometrici, in particolare sulle zone settentrionali interessate dall’avviso di criticità. Segnaliamo la possibilità di eventi franosi di versante e smottamenti generici.

 

Prossimo aggiornamento previsto per 01/02/2019 23.00

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N.5 DEL 01/02/2019 Emesso il 01/02/2019 ore 23.10

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 5 DEL 01/02/2019 
Emesso il 01/02/2019 23.10

Analisi dei dati


nelle ultime 2 ore si sono registrate ancora piogge diffuse sulle zone nord occidentali e sull’Appennino pistoiese-pratese, in particolare sulle aree S1, B, L, R1 con cumulati massimi sui rilievi fino a 40 mm. Sul resto della regione precipitazioni sparse, generalmente di debole intensità. Si osservano fulminazioni sul mar Ligure occidentale. 
In conseguenza di tali piogge, registrate nel corso delle ultime 2 ore, i livelli idrometrici delle ore 23.00 risultano in ulteriore incremento sul Fiume Versilia, sul Fiume Magra, sulla parte alta del Fiume Serchio (compreso il Torrente Lima), sull’Ombrone Pistoiese e sul Bisenzio; tali livelli sono tutti al di sopra della prima soglia di riferimento.

Previsione Meteo


nelle prossime due-tre ore ancora piogge persistenti sulle zone settentrionali e in particolare i rilievi (Apuane e Appennino Tosco-Emiliano). Si prevedono cumulati massimi fino a 40-60 mm sulle zone nord-occidentali e sull’Appennino Tosco-Emiliano (aree V, S1, S2, R1 e B). Intensità massima oraria fino a 20-30 mm/h. 

Nelle prossime due/tre ore la probabilità di fulminazioni continuerà a mantenersi bassa.

Con le uscite modellistiche disponibili al momento non si prevedono modifiche sostanziali al quadro esposto fino alle prime ore della notte.

Valutazioni idrauliche/idrogeologiche


Nelle prossime 2 ore saranno ancora probabili ulteriori incrementi idrometrici, in particolare sulle zone settentrionali interessate dall’avviso di criticità. Segnaliamo la possibilità di eventi franosi di versante e smottamenti generici. 

Prossimo aggiornamento previsto per 02/02/2019 01.00 


 

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N.6bDEL -02/02/2019 Emesso il 02/02/2019 ore 01,00-

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 6 DEL 02/02/2019 
Emesso il 02/02/2019 01.03

Analisi dei dati


nelle ultime 2-3 ore ore si sono registrate ancora piogge diffuse sulle zone nord occidentali e sull’Appennino pistoiese-pratese, in particolare sulle aree S1, B, R1 con cumulati massimi sui rilievi fino a 58 mm/3h (Boscolungo area S1) e 52 mm/3h (sul Monte Oppio area S1); intensità massima oraria intorno ai 20 mm/1h.

Livelli idrometrici al di sopra della prima soglia di riferimento e in ulteriore aumento su Magra, Serchio e Bisenzio. Sull’Ombrone Pt il livello idrometrico alla stazione di Pontelungo v. ha superato la seconda soglia di riferimento, in ulteriore contenuto aumento.
Livelli idrometrici intorno al primo livello di riferimento sui bacini costieri settentrionali.

Previsione Meteo


nelle prossime due-tre ore ancora piogge persistenti sulle zone settentrionali e in particolare sui rilievi (Apuane e Appennino Tosco-Emiliano).

Si prevedono cumulati massimi fino a 40 mm sui rilievi settentrionali, in particolare sulle aree S1, R1, B e M; intensità massima oraria fino a 20 mm/h.

Temporali solo occasionali; nelle successive 2 ore (dalle 3 alle 5) aumenta il rischio di temporali (e quindi di precipitazioni più intense) ma con precipitazioni progressivamente meno diffuse.

Valutazioni idrauliche/idrogeologiche


Nelle prossime due ore si attendono livelli idrometrici in ulteriore aumento nei bacini di Magra e Serchio, in particolare sulle aste principali. Sul Serchio, allo sbarramento di Borgo a Mozzano, l’ultima comunicazione da parte dell’Enel segnala una portata in transito superiore a 1100 mc/s; attualmente il livello idrometrico è ancora in crescita. Sono previsti incrementi del livello idrometrico anche su Ombrone Pt, Bisenzio e Sieve. In considerazione dell’evoluzione meteo nelle prossime due-tre ore, i bacini del Serchio, del Bisenzio e dell’Ombrone Pt, saranno quelli maggiormente interessati da ulteriori innalzamenti idrometrici. Incrementi del livello saranno possibili anche sui bacini costieri settentrionali in concomitanza degli eventi pluviometrici più intensi. Segnaliamo la possibilità di eventi franosi di versante e smottamenti generici. 

Prossimo aggiornamento previsto per 02/02/2019 03.00 

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N.9 DEL02/02/2019 Emesso il 02/02/2019 ore 07.02

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 9 DEL 02/02/2019 
Emesso il 02/02/2019 07.02

Analisi dei dati


al momento si registrano precipitazioni sparse sulle zone appenniniche. Nell’ultima ora si sono registrati cumulati massimi fino a 10-15 mm sulle aree M e L; fino a 5 mm sulle aree R1, B, S1; precipitazioni non significative sulle aree V, S2, S3.

La piena del Serchio è in transito nei pressi della sezione di Ripafratta, con superamento della seconda soglia di riferimento.
Sul Magra in tutte le sezioni il livello idrometrico è in calo.
Sull’Ombrone Pt livelli in aumento nella parte media del bacino e nel tratto finale; il Brana a Ponte dei Gelli ha raggiunto 3.71 m szi alle ore 06:30. In aumento anche i livelli sul Bisenzio, con picco attualmente a Gamberame sopra la seconda soglia di riferimento.
In atto il passaggio della piena sul Cecina, dove diffusamente è stata superata la seconda soglia di riferimento e sul Merse presso l’idrometro di Ponte Orgia.
Sul Bruna livelli al di sopra della prima soglia di riferimento.
Sugli altri corsi d’acqua i livelli idrometrici sono in generale contenuto aumento molto al di sotto delle soglie di riferimento.

Previsione Meteo


nelle prossime 3 ore sono previste precipitazioni ancora più sparse rispetto alle ore precedenti, a prevalente carattere di rovescio. Cumulati massimi fino a 20-25 mm/3h.

Valutazioni idrauliche/idrogeologiche


Nelle prossime ore è previsto il transito della piena nella parte inferiore del bacino del Serchio, mentre continueranno a diminuire i livelli su tutto il bacino del Magra. Sull’Ombrone Pt e sul Bisenzio i livelli continueranno a crescere nelle sezioni a valle, rispettivamente di Poggio a Caiano e S. Piero a Ponti. Particolare attenzione ai livelli molto alti di alcuni affluenti (Brana), il cui picco è atteso a breve, ma non si escludono ulteriori innalzamenti in occasione dei residui fenomeni piovosi previsti
Livelli idrometrici che continueranno a crescere anche sull’asta principale del Cecina, nella porzione centrale e inferiore del bacino. Piena in transito anche sul Bruna e Sovata, con livelli che potranno superare la seconda soglia di riferimento.
Livelli in contenuto aumento nel bacino dell’Arno. Segnaliamo la possibilità di eventi franosi di versante e smottamenti generici. 

Prossimo aggiornamento previsto per 02/02/2019 10.00

 

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N.10 DEL 02/02/2019 Emesso il 02/02/2019 ore 10,25

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 10 DEL 02/02/2019 
Emesso il 02/02/2019 10.25

Analisi dei dati


al momento si registrano precipitazioni sparse tra le province di Pistoia e Lucca con cumulati massimi fino a localmente 10-15 mm nelle ultime 3 ore.

Si registra il transito della piena del Serchio, attualmente nei pressi della sezione di Vecchiano con superamento della seconda soglia di riferimento.
Sul Magra in tutte le sezioni il livello idrometrico è in ulteriore calo.
Sull’Ombrone Pt i livelli sono in diminuzione in corrispondenza di tutte le sezioni, con l’idrometro di Poggio a Caiano che sta rientrando al di sotto della seconda soglia di riferimento.
Sul Bisenzio si registrano tutti i livelli in diminuzione, con l’idrometro di S. Piero a Ponti al di sotto della seconda soglia di riferimento.
Il Brana a Ponte dei Gelli è in diminuzione con livello al di sotto della seconda soglia di riferimento.
In atto il passaggio della piena sul Cecina a valle della sezione di Montegemoli, con livelli che si attestano al di sopra della seconda soglia di riferimento (in avvicinamento a Ponte di Monterufoli, già superata alla Steccaia).
Il Merse, all’idrometro di Ponte Orgia, ha raggiunto il colmo di piena, al di sopra della seconda soglia di riferimento.
Sul Bruna livelli al di sopra della prima soglia di riferimento, ma in generale tendenza a diminuire; attualmente in aumento la sola sezione di Macchiascandona.
Sull’Arno, le sezioni di Sia e Subbiano registrano livelli al di sopra della prima soglia di riferimento con tendenza, rispettivamente, a diminuire e crescere. 
Sugli altri corsi d’acqua i livelli idrometrici stabili o in contenuto aumento al di sotto delle soglie di riferimento.

Previsione Meteo


nelle prossime 3 ore sono ancora previste precipitazioni sparse a prevalente carattere di rovescio. Cumulati massimi fino a 20-25 mm/3h. Successivamente, dal pomeriggio, i fenomeni tenderanno temporaneamente ad intensificarsi nuovamente sulle zone oggetto dell’avviso. Nella seconda parte della giornata di oggi si stimano al momento cumulati massimi intorno a 40-60 mm specie sull’Appennino pratese/pistoiese. Miglioramento dalla tarda serata. 

Valutazioni idrauliche/idrogeologiche


Nelle prossime ore è previsto il transito della piena nella parte inferiore del bacino del Serchio, mentre continueranno a diminuire i livelli su tutto il bacino del Magra. Sull’Ombrone Pt e sul Bisenzio i livelli continueranno a diminuire su tutto il bacino.
I livelli idrometrici continueranno a crescere sull’asta principale del Cecina, nella porzione inferiore del bacino e sul Bruna, dove attualmente è in transito la piena con livello al di sotto della seconda soglia di riferimento. 
Non si escludono ulteriori innalzamenti in occasione dei residui fenomeni piovosi previsti.
Livelli in contenuto aumento nel bacino dell’Arno, prevalentemente nel tratto di monte, dove alle sezione di Subbiano il livello si sta avvicinando alla seconda soglia di riferimento. Si segnala la possibilità di eventi franosi di versante e smottamenti generici.

Prossimo aggiornamento previsto per 02/02/2019 13.00 

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N.11 DEL 02/02/2019 Emesso il 02/02/2019 ore 13.36

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 11 DEL 02/02/2019 
Emesso il 02/02/2019 13.36

Analisi dei dati


al momento si registrano precipitazioni sparse con cumulati nelle 3 ore non superiori ai 10 mm anche sulle zone oggetto dell’avviso di criticità.

Generale diminuzione di tutti i livelli idrometrici sul reticolo monitorato (Magra, Serchio, Bisenzio, Ombrone-PT, Bruna, Merse, Cecina con l’eccezione della sezione Cecina_SP39 dove è in transito la piena). 
Si registrano aumenti idrometrici sull’Arno, a valle della sezione di Montevarchi, con livelli che si attestano intorno alla prima soglia di riferimento.
Contenuti aumenti idrometrici, al di sotto delle soglie di riferimento, sull’Ombrone-GR.

Si riassumono di seguito le cumulate complessive medie areali calcolate per l’intero evento (circa 48 ore, dalla mattina del 31/01 alla mattina del 02/02) alle sezioni di chiusura dei principali bacini interessati dalle piene, le corrispondenti intensità medie areali max registrate, ed i relativi livelli idro max raggiunti:

Serchio a Vecchiano: Cumulata tot areale: 160 mm, intensità max pioggia: 3 mm/15 minuti, h=9.42 mszi (ore 9:45 – 02/02/2019), portata stimata max pari a circa 1300 mc/s;

Magra a Calamazza: Cumulata tot areale: 150 mm, intensità max pioggia: 2.5 mm/15 minuti, h=4.79 mszi (ore 4:30 – 02/02/2019), portata stimata max pari a circa 950 mc/s;

Bisenzio a S. Piero a Ponti: Cumulata tot areale: 100 mm, intensità max pioggia: 2.5 mm/15 minuti, h=5.74 mszi (ore 8:00 – 02/02/2019);

Ombrone-PT a Poggio a Caiano: Cumulata tot areale: 90 mm, intensità max pioggia: 1.8 mm/15 minuti, h=5.22 mszi (ore 8:00 – 02/02/2019);

Per i seguenti altri bacini l’evento è stato inferiore anche perchè, nello stesso intervallo temporale di cui sopra, c’è stata una presenza minima di pioggia (sempre come media sul bacino) per circa 15 ore, suddividendo quindi l’evento in due parti:

Cecina a Steccaia: Cumulata tot areale: 48 mm, intensità max pioggia: 1.9 mm/15 minuti, h=7.34 mszi (ore 12:45 – 02/02/2019);

Bruna a Macchiascandona: Cumulata tot areale: 36 mm, intensità max pioggia: 1 mm/15 minuti, h=3.68 mszi (ore 10:45 – 02/02/2019).

Previsione Meteo


Nelle prossime ore è prevista la riattivazione di sistemi precipitativi temporaneamente più intensi sulle zone appenniniche delle province di Lucca, Pistoia e Prato con cumulati massimi puntuali nelle prossime 3 ore intorno a 20-25 mm. Rovesci intensi potranno interessare anche le province di Pisa e Livorno con cumulati massimi nelle 3 ore sempre intorno ai 20-25 mm. Rovesci e locali temporali sparsi potranno comunque interessare anche il resto della regione. Nelle ore successive saranno ancora possibili rovesci e locali temporali sparsi. Sulle aree oggetto dell’avviso e in particolare sull’Appennino saranno possibili ulteriori cumulati massimi puntuali intorno a 25-30 mm. Miglioramento dalla tarda serata. 

Valutazioni idrauliche/idrogeologiche


Nelle prossime ore continueranno i transiti delle piene sui bacini interessati, con ulteriore e progressiva diminuzione dei livelli.
Sul Cecina è previsto il transito della piena in corrispondenza dell’ultima sezione, Cecina-SP39, con il relativo livello idrometrico in aumento.
Livelli in contenuto aumento nel bacino dell’Arno a valle della sezione di Montevarchi, con i relativi livelli che si avvicineranno/raggiungeranno la prima soglia di riferimento.
Non si escludono ulteriori innalzamenti in occasione dei residui fenomeni piovosi previsti.
Si segnala la possibilità di eventi franosi di versante e smottamenti generici. 

Prossimo aggiornamento previsto per 02/02/2019 16.00 


 

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N.12 DEL -12/02/2019 Emesso il 02/02/2019 ore 16.25

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 12 DEL 02/02/2019
Emesso il 02/02/2019 16.15

Analisi dei dati


al momento sta transitando il fronte freddo sulla Toscana con associate precipitazioni a prevalente carattere di rovescio sulle aree oggetto del presente avviso. Si segnala un’area temporalesca con limitata attività elettrica sul tratto di mare di fronte alla Versilia con precipitazioni che dal mare si estendono dall’alta costa livornese verso tutto il nord-ovest della regione. Piogge e rovesci sparsi interessano anche il resto della regione, in particolare l’entroterra pisano e le province di Prato, Firenze, Arezzo, Siena e il basso grossetano. Sulle zone oggetto del presente avviso si registrano cumulati nelle 3 ore fino a 10-15 mm sulle aree L e V e fino a 6 mm in 1 ora su L. Si segnala inoltre l’abbassamento della quota dello zero termico e della quota neve che si aggira attorno a 1200-1300 metri.

In considerazione dell’attenuazione delle piogge che sono tuttavia ancora in corso su gran parte della Regione la situazione idrometrica del reticolo monitorato è in miglioramento con gran parte dei livelli rientrati entro le soglie di riferimento. Fanno eccezione seppure stazionarie o in diminuzioni i livelli sopra la soglia gialla di Bruna a Macchiascandona, Sovata, Serchio Ozzeri, Arno a Incisa Valle e Bisenzio a S. piero a Ponti. e sopra la soglia rossa del Cecina nella sezione di Steccaia.

Previsione Meteo


Il transito del sistema frontale interesserà la Toscana fino alla tarda sera di oggi, sabato 2 febbraio. Nel corso della notte è prevista un’attenuazione dei fenomeni che tenderanno a divenire più isolati. Nel corso delle prossime 3 ore sono attese precipitazioni sparse sulle zone oggetto del presente avviso, a prevalente carattere di rovescio e localmente di temporale. Cumulati massimi fino 30 mm in 3 ore e fino a 15 mm in 1 ora, in particolare sulle zone appenniniche delle province di Lucca, Pistoia e Prato. Nelle successive 3 ore saranno possibili ancora cumulati massimi fino a circa 20 mm, sempre più probabili sulle province di Pistoia, Prato, parte di quella di Lucca ed entroterra pisano.

Valutazioni idrauliche/idrogeologiche


In considerazione delle piogge previste per le prossime ore non si escludono possibili nuovi innalzamenti fina a valori idrometrici massimi confrontabili con quelli già raggiunti anche se il permanere di livelli elevati potrebbe aumentare la sensibilità delle arginature.
Lo smaltimento delle portate sul reticolo principale già in corso potrà produrre innalzamenti principalmente sui su Arno e Ombrone Gr.
Si segnala la possibilità di eventi franosi di versante e smottamenti generici.

Prossimo aggiornamento previsto per 02/02/2019 19.00

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N.14 DEL -02/02/2019 Emesso il 02/02/2019 ore 20.00

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 14 DEL 02/02/2019 
Emesso il 02/02/2019 20.03

Analisi dei dati


nel corso dell’ultima ora le precipitazioni hanno interessato prevalentemente le province di Pistoia, Prato e Firenze, mentre non si sono registrate precipitazioni su quelle di Massa-Carrara, Lucca e alta provincia di Pisa.
Si sono registrati massimi orari fino a 10 mm sulle aree B, M ed E1. 

Nonostante non si evidenzioni situazioni di particolare criticità ne superamenti della seconda soglia di criticità si registrano deboli innalzamenti soprattutto nella zona B oltre che del torrente Cecina. Seppure quasi ovunquie sotto le soglie di riferimento prosegue anche un progressivo innalzamento dei livelli nella zona della Val di Chiana e alto bacino dell’Ombrone Gr.

Previsione Meteo


nelle prossime tre ore non si prevedono precipitazioni significative sulle province di Lucca e Massa-Carrara, mentre sul resto della regione permangono condizioni di instabilità, che potranno favorire anche piogge e rovesci sparsi, meno diffusi e intensi delle ultime 6 ore. Nel corso della notte i fenomeni risulteranno ancor più isolati. 
Cumulati massimi previsti fino a 15 mm in 3 ore e ulteriori 10-15 mm tra le ore 0:00 e le ore 6:00 di domani, domenica, più probabili sulle province di Pisa, Pistoia, Prato, Firenze e Livorno.

Valutazioni idrauliche/idrogeologiche


In considerazione dell’esaurirsi della perturbazioni non si segnalano nuove situazioni di particolare criticità anche se i livelli ancora significativi in gran parte del reticolo monitorato posso produrre localizzate criticità. 
Lo smaltimento delle portate sul reticolo principale già in corso potrà produrre innalzamenti principalmente sui su Arno e Ombrone Gr.
Anche le sezioni di chiusura del Cecina potranno registrare contenuti innalzamenti dovuti allo smaltimento delle portate provenienti da monte che hanno fatto aumentare seppur in modo contenuto il livello agli idrometri della parte alta del bacino.
Si segnala la possibilità di eventi franosi di versante e smottamenti generici. 

Aggiornamento criticità in atto o previste


Salvo necessità non seguiranno ulteriori aggiornamenti.

Pluviometro Cerreto

Pluviometro Porta Fornace

Termometro Candia Scurtarola

Termometro Porta Fornace

Anemometro Candia Scurtarola

Anemometro Porta Fornace

Boa Ondametrica Giannutri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: