30 Novembre 2014

Il centro funzionale regionale ha  EMESSO AVVISO METEO/CRITICITÀ   Per l’ area A2-Versilia in cui è compreso il comune di Montignoso è stata emessa una CRITICITA’ MODERATA per  rischio IDROGEOLOGICO-IDRAULICO
Valido dalle ore 22.00 di Domenica, 30 Novembre 2014 alle ore 16,00 di Lunedì, 01 Dicembre 2014 

Prossma emissione Monitoraggio Evento entro le ore 15.00 di Lunedi, 1 Dicembre 2014

1Dicembre 2014 – h13,19 SI COMUNICA LA CESSAZIONE ANTICIPATA DELL’AVVISO DI CRITICITA’ PER IL RISCHIO IDROGEOLOGICO-IDRAULICO (ZONE DI ALLERTA A1 – A2 – A3 – A4 – B3 – B4 – B5 – C1 – C2 – C3 – C4 – D1 – D2 – D3 – F2 – F3 – F4), AI SENSI DELL’ARTICOLO 18 DELL’ALLEGATO ‘A’ DEL DGRT N. 611 DEL 04/09/2006. PERMANGONO LE CONDIZIONI DI CRITICITA’ PREVISTE NEL BOLLETTINO DI SINTESI DELLE CRITICITA’ EMESSO IN DATA ODIERNA PER LA GIORNATA DI OGGI E DI DOMANI.

 

FENOMENI METEOROLOGICI PREVISTI

Profondo vortice depressionario sulle Baleari in avvicinamento alla nostra penisola favorendo condizioni di marcata instabilità. In particolare dalla sera di oggi, domenica, alla mattina di lunedì, a causa delle convergenze di aria umida e mite dal nord Africa con aria fredda e vorticosa in quota, sono favoriti temporali localmente di forte intensità, in particolare su Arcipelago e fascia costiera. Forti colpi di vento e grandinate potranno associarsi ai temporali più intensi.
Cumulati medi in 24 ore intorno a 30 mm su A, intorno a 20 mm su C ed F, intorno a 10-15 mm su B, D ed E.
Cumulati massimi:
area A fino a 100-120 mm; area C e F fino a 80-100 mm; area B fino a 60 mm; altrove fino a 40-50 mm.
Intensità oraria fino a 40-50 mm/h.
Domenica forte Scirocco con raffiche di burrasca o burrasca forte su Arcipelago e costa grossetana. Domenica e lunedì mare molto mosso a sud dell’Elba (localmente agitato).

 

 

 

 


DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI

Criticità Moderata
IDROGEOLOGICA-IDRAULICA: La perturbazione in avvicinamento con la previsione di forti temporali su tutta la regione, localmente di forte intensità, fanno prefigurare scenari da criticità idrogeologica-idraulica sulle zone individuate con le tempistiche indicate; saranno possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. Al manifestarsi degli eventi temporaleschi previsti più intensi, d’incerta previsione sia spaziale che temporale, gli effetti sul territorio e sul reticolo idraulico minore potranno essere anche significativi.

 


Monitoraggio evento - emesso il 30/11/2014 22,16

2115Situazione

il fronte temporalesco è attivo in questo momento sulla Corsica e sulla Liguria di ponente e si muove verso est. Al momento si segnalano isolate piogge su litorale e sull’Arcipelago.
i livelli idrometrici di tutti i fiumi monitorati sono pressoché nella norma ed ovunque al di sotto della prima soglia di riferimento.

Evoluzione

Meteo: nelle prossime ore il sistema temporalesco tenderà a interessare dapprima le isole dell’Arcipelago e in seguito la costa toscana. Nelle prossime 3/4 ore attesi i primi temporali sull’Arcipelago e localmente sulle zone nord-occidentali (area A). Attesi cumulati massimi in 4 ore fino a 30-40 mm con intensità oraria fino a 20-30 mm/h. Nelle ore successive i temporali tenderanno a interessare anche il resto del litorale assumendo carattere di forte intensità, anche accompagnati da colpi di vento e grandine.

Effetti al suolo:  nelle prossime 3/4 ore, in conseguenza dell’evoluzione meteo prevista, i livelli idrometrici dei corsi d’acqua monitorati ed interessati dal presente Avviso di Criticità, potranno subire i primi incrementi. In particolare, data la maggiore probabilità di piogge anche a carattere temporalesco al largo delle zone costiere nonché in prossimità delle stesse, con particolare attenzione ad Arcipelago, zone collinari e montuose dell’area A e parte alta di C, con riferimento soprattutto ai bacini minori marittimi delle Alpi Apuane e a quelli della Lunigiana, saranno possibili innalzamenti più significativi dei livelli idrometrici di tali corsi d’acqua, specie in occasione della fase di innesco del temporale. Le generali condizioni di elevata saturazione del suolo potranno inoltre favorire nelle aree interessate dalle precipitazioni, condizioni di rischio per fenomeni di dissesto idrogeologico, con possibilità di innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica, nonché possibilità di riattivazioni di smottamenti superficiali preesistenti o nello stato attuale di quiescenza.

 

Monitoraggio evento - emesso il 1/12/2014 01,58

Situazione

rarai_rpiil fronte temporalesco sta facendo il suo ingresso sulle zone occidentali della Toscana.
Sui reticoli monitorati della regione (in particolare, sulle zone di allerta interessate dal presente Avviso di Criticità) i livelli idrometrici risultano in quiete e al di sotto della prima soglia di riferimento.

Evoluzione

Meteo:  Nelle prossime 4 ore il fronte temporalesco continuerà a interessare le zone più occidentali della regione.
Saranno pertanto probabili forti temporali, anche accompagnati da colpi di vento e grandine, sull’Arcipelago, sulle zone costiere e su quelle limitrofe (aree A1, A2, C, F2, F3, F4).
Precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale, ma di minore intensità, saranno probabili anche sulle zone più interne (aree A3, B3, B4, B5, D1, D2, D3).
Cumulati massimi puntuali nelle prossime 4 ore:
sulle aree A1, A2, C, F2, F3, F4 intorno a 50-70 mm con intensità oraria fino a 30-40 mm;
sulle aree A3, B4, D2 intorno a 30-40 mm con intensità oraria intorno a 20 mm;
sulle aree B3, B5, D1, D3 intorno a 20-30 mm con intensità oraria intorno a 20 mm.

Effetti al suolo:  Nelle prossime 4 ore, in conseguenza dell’evoluzione meteo prevista, i livelli idrometrici dei corsi d’acqua monitorati ed interessati dal presente Avviso di Criticità, potranno subire i primi incrementi. In particolare, data la maggiore probabilità di piogge anche a carattere temporalesco sull’Arcipelago, sulle zone costiere e su quelle limitrofe, saranno possibili innalzamenti più significativi dei livelli idrometrici nei corsi d’acqua compresi all’interno di tali zone. Le generali condizioni di elevata saturazione del suolo potranno inoltre favorire nelle aree interessate dalle precipitazioni, condizioni di rischio per fenomeni di dissesto idrogeologico, con possibilità di innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica, nonché possibilità di riattivazioni di smottamenti superficiali preesistenti.

 

 

Monitoraggio evento - emesso il 1/12/2014 5,55
Pioggia stimata in un ora - Radar ARPAL Liguria

Pioggia stimata in un ora – Radar ARPAL Liguria

Situazione

Temporali in atto sulle zone occidentali della regione. Cumulati registrati nelle ultime 3 ore fino a 30-40 mm sull’area A, fino a 15-20 mm sulle aree B, C, D, F. Nell’ultima ora intensità massime fino a 30-35 mm/h sull’area A e 15-20 mm/h sulle aree C, D, F.
Al momento si segnalano innalzamenti idrometrici nelle sezioni di monitoraggio del T. Carrione (1.54 m szi ad Avevnza e 1.27 m szi a Carrara alle ore 05:45); sugli altri reticoli monitorati della regione (in particolare, sulle zone di allerta interessate dal presente Avviso di Criticità) i livelli idrometrici risultano in quiete o al più mostrano contenuti innalzamenti (sempre al di sotto della prima soglia di riferimento).

Evoluzione

Meteo:  Nelle prossime 3-4 ore il fronte temporalesco continuerà a interessare la fascia costiera e le zone più occidentali della regione. Successivamente le precipitazioni, più attenuate, tenderanno ad estendersi anche alle zone interne.
Saranno pertanto ancora possibili forti temporali, anche accompagnati da colpi di vento e grandine, sulle aree A, C, F e sulle zone più occidentali delle aree B e D.
Cumulati massimi puntuali nelle prossime 3-4 ore:
aree A, C, F fino a 50 mm con intensità oraria fino a 30-40 mm;
aree B, D intorno a 30-40 mm con intensità oraria intorno a 20-30 mm.

Effetti al suolo:  Nelle prossime 3-4 ore, in conseguenza dell’evoluzione meteo prevista, i livelli idrometrici dei corsi d’acqua monitorati ed interessati dal presente Avviso di Criticità, potranno subire ulteriori incrementi anche repentini sul reticolo idrografico minore. In particolare, al verificarsi di piogge a prevalente carattere temporalesco sulla fascia costiera e sulle zone più occidentali della regione, saranno possibili innalzamenti più significativi dei livelli idrometrici di tali corsi d’acqua. Le generali condizioni di elevata saturazione del suolo potranno inoltre favorire nelle aree interessate dalle precipitazioni, condizioni di rischio per fenomeni di dissesto idrogeologico, con possibilità di innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica, nonché possibilità di riattivazioni di smottamenti superficiali preesistenti.

 

Monitoraggio evento - emesso il 1/121/2014 10,31

0930Situazione

Temporali in atto sulle zone più orientali della regione. Nelle ultime 3 ore precipitazioni sulle zone di nord-ovest e su quelle orientali della regione. Area di instabilità di fronte alle coste centro-settentrionali. Cumulati registrati nelle ultime 3 ore fino a 25 mm sull’area A, fino a 15 mm sulle aree C ed E, cumulati inferiori sulle altre zone. Nell’ultima ora intensità massime fino a 15 mm/h sull’area E.
Al momento si segnalano sui reticoli monitorati della regione (in particolare, sulle zone di allerta interessate dal presente Avviso di Criticità) i livelli idrometrici risultano in quiete o al più mostrano contenuti innalzamenti (sempre al di sotto della prima soglia di riferimento).

Evoluzione

Meteo: Nelle prossime 3-4 ore l’area di instabilità sul mare di fronte alle zone costiere centro-occidentali tenderà a muoversi verso est determinando nuove precipitazioni.
Dopo una temporanea attenuazione, saranno pertanto ancora possibili precipitazioni, anche a carattere temporalesco, sulle zone costiere centro settentrionali (aree A e C). Sulle altre zone della regione rovesci e temporali sparsi.
Cumulati massimi puntuali nelle prossime 3-4 ore:
aree A e C fino a 30 mm con intensità oraria fino a 20-30 mm;
altre aree fino a 20 mm.

Effetti al suolo:  Nelle prossime 3-4 ore, in conseguenza dell’evoluzione meteo prevista, i livelli idrometrici dei corsi d’acqua monitorati ed interessati dal presente Avviso di Criticità, potranno subire incrementi anche repentini sul reticolo idrografico minore. In particolare, al verificarsi di piogge a prevalente carattere temporalesco sulla fascia costiera e sulle zone più occidentali della regione, saranno possibili innalzamenti più significativi dei livelli idrometrici di tali corsi d’acqua. Le generali condizioni di elevata saturazione del suolo potranno inoltre favorire nelle aree interessate dalle precipitazioni, condizioni di rischio per fenomeni di dissesto idrogeologico, con possibilità di innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica, nonché possibilità di riattivazioni di smottamenti superficiali preesistenti.

 

Monitoraggio evento - emesso il 1/12/2014 13,09

Situazione

Nelle ultime 3 ore non si segnalano precipitazioni significative.
Al momento si segnalano sui reticoli monitorati della regione (in particolare, sulle zone di allerta interessate dal presente Avviso di Criticità) i livelli idrometrici risultano in quiete o al più mostrano contenuti innalzamenti (sempre al di sotto della prima soglia di riferimento).

Evoluzione

Meteo:  Con riferimento al bollettino di Vigilanza emesso oggi, Lunedì 1 dicembre alle 11.33, per la giornata di oggi è attesa una probabilità medio-bassa di forti temporali. Tali fenomeni sono di difficile localizzazione ed innesco, tuttavia sembrano più probabili sulle zone centro meridionali (aree B, C, D, E ed F).
Fino alle 24 di oggi, lunedì, previsti cumulati medi non significativi su tutte le aree e cumulati massimi fino a 30-40 mm. Intensità orarie fino 30 mm/h.

Effetti al suolo:   Nelle prossime ore non si escludono incrementi dei livelli idrometrici temporanei sul reticolo idrografico minore più probabili sui bacini centro-meridionali e sull’Arcipelago al verificarsi degli occasionali rovesci come sopra descritto. Le generali condizioni di elevata saturazione del suolo potranno inoltre favorire nelle aree interessate dalle precipitazioni, condizioni di rischio per fenomeni di dissesto idrogeologico, con possibilità di innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica, nonché possibilità di riattivazioni di smottamenti superficiali preesistenti. SI COMUNICA LA CESSAZIONE ANTICIPATA DELL’AVVISO DI CRITICITA’ PER IL RISCHIO IDROGEOLOGICO-IDRAULICO (ZONE DI ALLERTA A1 – A2 – A3 – A4 – B3 – B4 – B5 – C1 – C2 – C3 – C4 – D1 – D2 – D3 – F2 – F3 – F4), AI SENSI DELL’ARTICOLO 18 DELL’ALLEGATO ‘A’ DEL DGRT N. 611 DEL 04/09/2006. PERMANGONO LE CONDIZIONI DI CRITICITA’ PREVISTE NEL BOLLETTINO DI SINTESI DELLE CRITICITA’ EMESSO IN DATA ODIERNA PER LA GIORNATA DI OGGI E DI DOMANI.

 

Il Pluviometro di Cerreto Il Pluviometro di Porta Fornace 

ilmonitoraggio

cfr2 lamma mi

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: