3 Novembre 2014

Il centro funzionale regionale ha  EMESSO AVVISO METEO/CRITICITÀ   Per l’ area A2-Versilia in cui è compreso il comune di Montignoso è stata emessa una CRITICITA’ MODERATA per  rischio IDROGEOLOGICO-IDRAULICO  Valido dalle ore 10.00 di Martedì, 04 Novembre 2014 alle ore 00.00 di Giovedì, 06 Novembre 2014 e una Criticità Ordinaria per Vento e Mareggiate 

Prossima emissione Monitoraggio Evento entro le ore 15,00 di Mercoledi, 05 Novembre 2014

FENOMENI METEOROLOGICI PREVISTI

PIOGGIA e TEMPORALI FORTI dalle ore 18.00 di Martedì, 04 Novembre 2014 alle ore 00.00 di Giovedì, 06 Novembre 2014: Dalla sera di martedì, 4 novembre, precipitazioni e occasionali temporali sull’area A. Nella giornata di mercoledì, fino dalle prime ore, precipitazioni diffuse, anche a carattere temporalesco di forte intensità con possibili colpi di vento e grandinate, in estensione dalla zone costiere verso l’interno. Cumulati medi intorno a 30-40 mm su A, D, C ed F, intorno a 20-25 su B ed E. Massimi puntuali fino a 100-150 mm su tutta la regione, ma con maggiore probabilità sulle aree costiere e sui rilievi appenninici (A, B, C, F). Intensità massime orarie fino a 50/60 mm/h.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI

IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità Moderata: Possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

CRITICITA’ORDINARIA

PER VENTO: possibilità di blackout elettrici e telefonici, di caduta di alberi, cornicioni e tegole, di danneggiamenti alle strutture provvisorie. Possibili problemi alla circolazione stradale, ai collegamenti marittimi e alle attività marittime.
PER MARE: possibili problemi ai tratti stradali a ridosso della battigia, agli stabilimenti balneari. Possibili ritardi nei collegamenti marittimi. Possibili problemi alle attività marittime. Possibile pericolo per la navigazione di diporto. Possibile pericolo per i bagnanti.

Previsione Grafiche da Modello
 l’ immagine riporta la previsione di pioggia  cosi come elaborata dal modello meteo WRF-AWR ECM con risoluzione spaziale di 12km. I’immagine mostra la pioggia cumulata prevista  che il modello vede alle 00,00 UTC del 6 Novembre associando a un codice di colore alla quantità di pioggia cumulata. Al di là delle previsioni generate dal modello meteo in esame, la situazione sinottica che si presenta nel bacino del metiterraneo, un anticiclone di blocco sull’ est europeo che impedisce la rapida traslazione verso est della perturbazione in arrivo e l’ affondo della saccatura di aria marittimo-polare fino alle coste dell’ africa che attiva un richiamo di aria caldo umida in direzione delle coste liguri, crea una situazione con quantita di pioggia cumulate nelle 24 ore di una certa consistenza.
wind10m_A_web_42 l’ immagine riporta la previsione dell’ intensità del vento a 10 metri   cosi come elaborata dal modello meteo WRF-AWR ECM con risoluzione spaziale di 12km. I venti si disporranno dai quadranti meridionali, con direzione variabile tra SSW (sud-sudovest) e SSE (sud-sudest). swh_A_web_42 Poichè con questa direzione il vento ha disposizione in mare aperto un cammino massimo per sollecitare al movimento la superficie marina ( fetch lungo)  prima di trovare ostacoli, tra il pomeriggio di domani e mercoledì si prevede uno stato del mare molto agitato . Nella mappa accanto si può vedere un alteza d’onda stimata di un grado 5 della scala Douglas.

Monitoraggio evento - emesso il 04/11/2014 11.29

CUM12 (4)Al momento si registra vento medio fino 50 km/h con raffiche di 70-80 km/h alla Gorgona.

Evoluzione 
Meteo: Nelle prossime ore si prevede un’ulteriore intensificazione del vento di Scirocco.

Effetti al suolo: Niente da segnalare

Nonostante il temporale pre-frontale in corso sulla area costiera della Versilia, la pioggia cumulata sul pluviometro di Cerreto della rete regionale del CFR è di 5mm. Per seguire l’ andamento pluviometrico dei sensori installati sul territorio del Comune di Montignoso In Caso di… Il monitoraggio

 

CUM3 (3)Al momento alla stazione della Gorgona, si registrano venti da sud, intensità media fino 50 km/h e raffiche di 70-80 km/h. Sulle altre zone oggetto d’avviso venti con intensità media fino a 40 km/h. La boa della Gorgona registra un’altezza d’onda significativa prossima ai 3 m con periodo attorno a 6/7 sec. La boa di Giannutri registra un’altezza d’onda significativa prossima ai 2.5 m con periodo attorno a 6/7 sec.

Evoluzione 
Meteo: Nelle prossime ore si prevede un’ulteriore intensificazione del vento di Scirocco. Sui bacini a sud dell’isola d’Elba, il mare è previsto in ulteriore aumento nelle prossime 6 ore con un’onda significativa superiore a 3 m.

Effetti al suolo: Niente da segnalare

Nel video sotto un animazione curata dal LAMMa di immagini satellitari della peturbazione in arrivo

 

Nelle ultime 3 ore, la stazione della Gorgona, ha registrato venti da sud con raffiche fino a 80-90 km/h e venti medi con intensità fino a 60 km/h. Sulle altre zone oggetto d’avviso, raffiche fino a 50-60 km/h.
La boa della Gorgona registra un’altezza d’onda significativa prossima ai 3 m con periodo attorno a 6/7 sec.
Al momento piogge a carattere di temporale sulle zone di A1 prossime ai rilievi (al confine con Liguria ed Emilia-Romagna). Cumulati massimi nelle ultime 3 ore inferiori a 30 mm (stazione del Passo del Brattello).
Piogge sparse sui rilievi di A3 con cumulati modesti

Evoluzione 
Meteo: Nelle prossime 6 ore si prevede un ulteriore incremento del moto ondoso in particolare a largo e sui bacini a sud dell’isola d’Elba. Venti da sud/sud-est con raffiche di burrasca in particolare in Arcipelago e sulle coste di F esposte al flusso meridionale. Sull’area A nelle prossime 6 ore piogge, localmente a carattere di temporale, con cumulati medi intorno ai 25 mm e massimi puntuali fino a 100 mm.

Effetti al suolo: Niente da segnalare

Monitoraggio evento - emesso il 04/11/2014 23,59

 

Temperatura del top delle nubi. Più una nube è alta più è fredda.

Temperatura del top delle nubi. Più una nube è alta più è fredda. Fonte LAmmA

 

Nelle ultime 3 ore, la stazione della Gorgona, ha registrato venti da sud con raffiche fino a 80-90 km/h e venti medi con intensità fino a 60 km/h.
La boa della Gorgona registra un’altezza d’onda significativa prossima ai 3 m con periodo attorno a 7-8 sec.
Nelle ultime 6 ore le piogge hanno interessato quasi esclusivamente la Lunigiana (A1) e l’Appennino pistoiese (A3) con cumulati massimi in 6 ore di 90 mm sulla Croce Arcana (A3) e di circa 80 mm sul Passo del Brattello (A1). Nell’ultima ora si segnala un massimo di circa 40 mm alla Croce Arcana (A3). Linea temporalesca principale sulla Liguria in fase di avvicinamento alla nostra regione.
Al momento, nelle stazioni di monitoraggio afferenti il bacino idrografico del F. Magra, si segnalano livelli idrometrici rientrati su valori stabili, dopo che nelle ore precedenti si erano verificati contenuti innalzamenti (sempre al di sotto delle soglie di rieferimento) causati dalle piogge pomeridiane.

Evoluzione 
Meteo:  Nelle prossime 3 ore si prevede un ulteriore incremento del moto ondoso in particolare a largo e sui bacini a sud dell’isola d’Elba. Venti da sud/sud-est fino a venti di burrasca in particolare in Arcipelago e sulle coste di F esposte al flusso meridionale. Sull’area A nelle prossime 6 ore piogge, localmente a carattere di temporale, con cumulati medi intorno ai 30 mm e massimi puntuali fino a 100-150 mm. Nelle prossime 3 ore cumulati medi intorno ai 10-15 mm e massimi puntuali fino a 60-70 mm.
Sull’area C nelle prossime 6 ore cumulati medi intorno ai 15-20 mm e massimi puntuali fino a 100 mm. Nelle prossime 3 ore cumulati medi intorno ai 10 mm con massimi puntuali fino a 40-60 mm. Saranno possibili temporali.
Su F,D e B cumulati medi nelle prossime 6 ore intorno ai 10 mm con massimi puntuali fino a 60-80 mm. Le precipitazioni saranno principalmente nell’intervallo 3-6 quando saranno più probabili locali temporali. Nell’area E piogge sparse nelle prossime 6 ore in intensificazione successivamente.

Effetti al suolo: Nelle prossime ore potranno verificarsi innalzamenti dei livelli idrici nei corsi d’acqua principali; tali innalzamenti potranno essere anche repentini nei corsi d’acqua secondari o di minore estensione in occorrenza dell’innesco dei fenomeni temporaleschi più intensi. Inoltre, come conseguenza dell’evoluzione meteorologica prevista nelle zone oggetto del presente avviso e in particolare sull’area A, saranno possibili fenomeni di dissesto idrogeologico con innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. 

Monitoraggio evento - emesso il 05/11/2014 3,30
Immagine falsi colori della temperatura della sommità delle nubi.  Ad un colore piu intenso corrisponde una nube piu fredda e quindi più alta.

Immagine falsi colori della temperatura della sommità delle nubi. Ad un colore piu intenso corrisponde una nube piu fredda e quindi più alta. Fonte LAMMA

Nelle ultime 3 ore, la stazione della Gorgona, ha registrato venti da sud con raffiche fino a oltre 105 km/h e venti medi con intensità fino a oltre 72 km/h.
La boa della Gorgona registra un’altezza d’onda significativa prossima ai 3.60 m con periodo attorno a 7-8 sec; la boa di Giannutri altezza d’onda significativa intorno a 3 metri con periodo intorno a 7-8 sec.
La parte più attiva della perturbazione si trova al momento tra lo spezzino e la Lunigiana. Nelle ultime 3 ore le piogge hanno interessato quasi esclusivamente la Lunigiana (A1) con cumulati massimi in 6 ore fino a 80-90 mm sui rilievi della lunigiana (Patigno e Parana) con intensità orarie massime fino a 50-70 mm. Sulle restanti zone si registrano al momento rovesci a carattere sparso o isolato
Al momento, nelle stazioni monitorate del bacino idrografico del F. Magra, si segnalano livelli idrometrici superiori alla seconda soglia di riferimento sulla parte alta del bacino; i valori attualmente registrati sul fiume Magra risultano rispettivamente (ore 2:45): Piccatello H = 2,95 m szi in diminuzione, Santa Giustina H= 3,61 m szi in diminuzione, Ponte Magra H = 3,89 m szi in aumento, Calamazza H = 1,14 m szi stabile. Nessun affluente monitorato, al momento, ha raggiunto livelli idrometrici prossimi alle rispettive soglie di riferimento anche se i livelli risultano in progressiva crescita.
Evoluzione 
Meteo: Nelle prossime 3 ore non si prevedono sostanziali variazioni nel moto ondoso; si prevede quindi ancora mare agitato sulle zone interessate dal presente avviso, in particolare a largo e sulle coste esposte a sud e sud-est. Venti da sud/sud-est fino a intensità di burrasca in particolare in Arcipelago e sulle coste di F esposte al flusso meridionale.
La parte più intensa della perturbazione tenderà nelle prossime ore a muovere lentamente verso est, con precipitazioni a carattere di rovescio o temporale, localmente anche di forte intensità.
Sull’area A nelle prossime 6 ore cumulati medi intorno ai 40 mm e massimi puntuali fino a 100-150 mm; localmente, in particolare sui rilievi, saranno possibili puntuali massimi anche superiori. Nelle prossime 3 ore cumulati medi intorno ai 20 mm e massimi puntuali fino a 80-120 mm.
Sull’area C nelle prossime 6 ore cumulati medi intorno ai 25 mm e massimi puntuali fino a 100 mm. Nelle prossime 3 ore cumulati medi intorno ai 10 mm con massimi puntuali fino a 40-60 mm.
Su F,D e B cumulati medi nelle prossime 6 ore intorno ai 10 mm con massimi puntuali fino a 60-80 mm; nelle prossime 3 ore cumulati medi poco significativi e punte massime fino a 30 mm.
Nell’area E possibilità di piogge sparse nelle prossime 6 ore in intensificazione successivamente.

Effetti al suolo: Nelle prossime ore, in considerazione delle piogge previste nella sezione meteo, si verificheranno ulteriori significativi innalzamenti dei livelli idrici sia sul Magra che su tutti i suoi affluenti. In generale l’evoluzione resta per le prossime ore sfavorevole con possibili situazioni di criticità localizzata dovute anche a eventuali esondazioni nei corsi d’acqua secondari e interessamento delle aree golenali dei corsi d’acqua principali. Nelle prossime ore sono altresì previsti innalzamenti dei livelli idrometrici sull’asta principale del F. Serchio, sul T. la Lima e sul reticolo minore relativo alla zona delle Alpi Apuane e solo successivamente sulla zona più occidentale di B (Ombrone Pistoiese). Inoltre, come conseguenza dell’evoluzione meteorologica prevista nelle zone oggetto del presente avviso e in particolare sull’area A, saranno possibili fenomeni di dissesto idrogeologico con innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. 

Monitoraggio evento - emesso il 05/11/2014 06,01

CUM6 (2)Nelle ultime 3 ore, la stazione della Gorgona, ha registrato venti da sud con intensità in graduale calo da 50 a 30 km/h e raffiche in calo da 75 a 50 km/h.
La boa della Gorgona registra un’altezza d’onda significativa superiore a 4 m con periodo attorno a 7-8 sec; la boa di Giannutri altezza d’onda significativa intorno a 3 m con periodo intorno a 7-8 sec.
La parte più attiva della perturbazione si trova attualmente tra le province di Massa Carrara e Lucca; nelle ultime 3 ore le piogge e i temporali hanno interessato in maniera più insistente la provincia di Massa (A1, parte di A2 e A3) con cumulati massimi in 3 ore di 100-120 mm a Mazzola (A1) e Carrara (A2), e intensità orarie massime fino a 60-80 mm/h. Altrove si sono osservate precipitazioni a carattere di rovescio sparso in particolare su Colline Metallifere, sulla zone dell’Amiata e sull’Appennino pistoiese con cumulati massimi in 3 ore tra 10 e 20 mm.
Al momento, la situazione più critica è quella che si registra sui territori di Massa e Carrara dove si registrano forti criticità sia idrauliche che idrogeologiche (con l’esondazioni del torrente Parmignola). Il Carrione è ancora in crescita con livelli prossimi all’esondazione (dati delle ore 5:45): Carrara H = 2,91 m szi in aumento, Avenza H= 3,14 m szi in aumento. Sul bacino del Magra, al momento, resta al di sopra del primo livello di riferimento solo la sezione di Soliera sull’Aulella (in crescita) mentre negli altri idrometri si registrano livelli in lento ma progressivo diminuzione. I livelli idrometrici sugli altri corsi d’acqua della Toscana sono tutti in quiete o in lenta crescita ma per ora ben al di sotto del primo livello di riferimento.

Evoluzione 
Meteo: Nelle prossime 3 ore non si prevedono sostanziali variazioni nel moto ondoso; si prevede quindi ancora mare agitato sulle zone interessate dal presente avviso, in particolare a largo e sulle coste esposte a sud e sud-est; un calo del moto ondoso è atteso solo dalla tarda mattinata.
Per le prossime 2-3 ore si prevedono ancora venti da sud/sud-est fino a intensità di burrasca in particolare in Arcipelago e sulle coste di F esposte al flusso meridionale; successivamente è attesa una graduale rotazione a sud ovest a partire dall’Arcipelago a nord dell’Elba e un calo dell’intensità del vento.
La parte più intensa della perturbazione tenderà nelle prossime ore a muovere ulteriormente e lentamente verso est, interessando dapprima anche l’area C e successivamente le altre aree con precipitazioni a carattere di rovescio o temporale, localmente anche di forte intensità. Saranno comunque possibili rovesci sparsi e locali temporali anche sulle zone non ancora interessate dalla parte più intensa della perturbazione.
Sull’area A nelle prossime 6 ore cumulati medi intorno ai 30-40 mm e massimi puntuali fino a 100-150 mm. Nelle prossime 3 ore cumulati medi intorno a 15-20 mm e massimi puntuali fino a 80-120 mm; saranno possibili localmente intensità orarie massime fino a 70-80 mm.
Sull’area C nelle prossime 6 ore cumulati medi intorno ai 30 mm e massimi puntuali fino a 100 mm. Nelle prossime 3 ore cumulati medi intorno ai 15-20 mm con massimi puntuali fino a 50-70 mm.
Su F,D e B cumulati medi nelle prossime 6 ore fino a 10-15 mm con massimi puntuali fino a 60-80 mm. Nelle prossime 3 ore medi sotto i 10 mm con massimi puntuali fino a 30 mm.
Nell’area E nelle prossime 6 ore possibilità di piogge e rovesci sparsi con cumulati medi poco significativi e puntuali massimi fino 30 mm; una intensificazione è attesa successivamente.

Effetti al suolo: Mentre la situazione sulla parte medio-alta del Magra allo stato attuale tende gradualmente a ritornare al di sotto dei livelli di riferimento, il fronte temporalesco che attualmente sta interessando invece la zona di Carrara e le Alpi Apuane centrosettentrionali, sta determinando repentini innalzamenti dei livelli idrometrici sul Fiume Carrione e sui rii montani marittimi delle Alpi Apuane nonché su tutto il reticolo minore della provincia di Massa Carrara, dove in generale l’evoluzione resta per le prossime ore ancora notevolmente critica e favorevole a possibili ed ulteriori situazioni di criticità dovute anche ad eventuali esondazioni nei corsi d’acqua secondari. Nelle prossime ore, dato il probabile, seppur graduale, spostamento del fronte temporalesco verso Sud-Sud Est, sono previsti innalzamenti dei livelli idrometrici anche sulle zone di allerta confinanti con l’area pisana e lucchese dove allo stesso modo potranno verificarsi situazioni localizzate di criticità idaraulica e idrogeologica in particolare nei corsi d’acqua minori. 

Monitoraggio evento - emesso il 05/11/2014 9,19
pioggia cumulata nelle ultime 6 ore

pioggia cumulata nelle ultime 6 ore

Nelle ultime 3 ore: la boa della Gorgona ha registrato un’altezza d’onda significativa attorno a 3.8 m con periodo attorno a 10 sec,
la stazione della Gorgona ha registrato venti da sud con raffiche fino a 60 km/h. L’ultimo dato registrato (ore 7:00) mostra la rotazione a sud-ovest con aumento d’intensità (raffiche fino a 70 km/h). A terra, venti ancora da sud/sud-est generalmente moderati/forti con raffiche fino a 60 km/h (stazione di Orbetello).
La parte più attiva della perturbazione nelle ultime 3 ore ha interessato la provincia di Massa-Carrara e parte di quella di Lucca. Valori massimi registrati superiori a 100 mm/3 h su A1 e A2 (fino a 180 mm/3 h a Campocecina e 150 mm/3 h a Carrara). Intensità massime orarie fino a 60 mm/1 h (stazione di Tendola). Piogge a prevalente carattere di rovescio o temporale stanno interessando anche le aree BCD con intensità orarie fino a 25 mm/1 h.
Al momento, permane una situazione critica sui territori di Massa e Carrara dove si registrano forti criticità sia idrauliche che idrogeologiche. Si registra un livello idrometrico ancora al di sopra della seconda soglia di riferimento nella sezione di Soliera sul T. Aulella (6.95 m szi alle ore 9:00). Si registrano inoltre valori idrometrici significativi (al di sopra della prima soglia di riferimento) nelle sezioni di Licciana Nardi sul T. Taverone (2.86 m szi alle ore 9:00) e Calamazza sul F. Magra (5.46 m szi alle ore 9:10 – dato GPRS). I livelli idrometrici sugli altri corsi d’acqua della Toscana sono tutti in quiete o in lenta crescita ma per ora ben al di sotto del primo livello di riferimento.

Evoluzione 
Meteo: Nelle prossime 3 ore si prevede una progressiva diminuzione del moto ondoso con mare molto mosso o localmente agitato a largo sulle zone interessate dal presente avviso; mare generalmente molto mosso sottocosta. Un calo più consistente del moto ondoso è atteso dalla tarda mattinata.
Per le prossime 2-3 ore si prevedono ancora venti da sud/sud-est, in attenuazione d’intensità; tuttavia saranno ancora possibili raffiche fino a burrasca in particolare in Arcipelago e sulle coste di F esposte al flusso meridionale; successivamente dalla tarda mattinata è attesa una graduale rotazione dei venti a sud-ovest a partire dalla costa centro-settentrionale associata a un progressivo calo dell’intensità del vento.
Nelle prossime tre ore si prevede ancora fenomeni a prevalente carattere di rovescio o temporale sulle zone di nord-ovest (area A). Fenomeni a prevalente carattere di rovescio o temporale interesseranno anche le zone CD. Piogge sparse anche su BF, più intense e persistenti sulle zone occidentali di B. In seguito è previsto il lento spostamento della parte più intensa della perturbazione verso est con interessamento del resto della regione. Le precipitazioni saranno a prevalente carattere di rovescio o temporale, localmente anche di forte intensità.
Sull’area A nelle prossime 3 ore cumulati medi intorno ai 30 mm e massimi puntuali fino a 60-100 mm, possibili intensità massime orarie fino a 60-80 mm.
Sulle aree BCD nelle prossime 3 ore cumulati medi intorno a 10-15 mm e massimi puntuali fino a 50-70 mm, possibili anche in un’ora.
Su F cumulati medi nelle prossime 3 ore intorno a 10-15 mm, con massimi puntuali fino a 40-50 mm, possibili anche in un’ora. Su quest’area le precipitazioni più intense sono attese dalle 12; cumulati medi previsti per le prossime 12/15 ore attorno a 50 mm e massimi fino a 150-200 mm.
Nell’area E nelle prossime 3 ore possibilità di piogge e rovesci sparsi con cumulati medi poco significativi e puntuali massimi fino 20-30 mm.

Effetti al suolo: In conseguenza dell’evoluzione meteo prevista, i livelli idrometrici dei corsi d’acqua monitorati (in particolare quelli afferenti l’area A), nel corso delle prossime ore, potranno subire ulteriori incrementi. Potranno verificarsi inoltre repentini innalzamenti dei livelli idrometrici sui rii montani marittimi delle Alpi Apuane nonché su tutto il reticolo minore della provincia di Massa Carrara, dove in generale l’evoluzione resta per le prossime ore ancora notevolmente critica e favorevole a possibili ed ulteriori situazioni di criticità dovute anche ad eventuali esondazioni nei corsi d’acqua secondari. Nelle prossime ore, dato il probabile, seppur graduale, spostamento del fronte temporalesco verso Sud-Sud Est, sono previsti innalzamenti dei livelli idrometrici anche sulle zone di allerta dell’area lucchese (in particolare nelle sezioni montane del bacino idrografico del F. Serchio), dell’area pisana, pistoiese (bacino dell’Ombrone Pt) e pratese (bacino del Bisenzio). 

Monitoraggio evento - emesso il 05/11/2014 12,40

Nelle ultime 3 ore la boa della Gorgona ha registrato un’altezza d’onda significativa attorno a 3.0 m con periodo attorno a 10 sec.
Nelle ultime tre ore precipitazioni diffuse su tutte le aree con massimi puntuali fino a 50-60 mm su A, fino a 30-40 mm localmente su BCD.
Al momento, permane una situazione di forte criticità in provincia di Massa-Carrara sia dal punto di vista idraulico che idrogeologico. Tutti i livelli idrometrici del reticolo monitorato risultano attualmente inferiori ai livelli di riferimento tranne che per la stazione di Soliera comunque in diminuzione. A causa delle piogge livelli idrometrici quasi ovunque in crescita con maggiori incrementi sui fiumi Serchio, Lima, Ombrone Pt, Cecina ed Elsa.

Evoluzione 
Meteo: Nelle prossime tre ore si prevede la riattivazione di fenomeni temporaleschi anche di forte intensità su A, il lento spostamento della parte più attiva della perturbazione verso le zone centro-orientali della regione (aree DE) e la persistenza di fenomeni temporaleschi anche di forte intensità su F.
Sull’area A nelle prossime 3 ore cumulati massimi puntuali fino a 50-100 mm, possibili anche in breve tempo. Occasionalmente possibili cumulati superiori a 100 mm.
Sulle aree BD nelle prossime 3 ore cumulati massimi puntuali fino a 50-60 mm, possibili anche in breve tempo. Progressiva attenuazione su queste zone
Su EF cumulati massimi puntuali fino a 50-100 mm, possibili anche in breve tempo. Occasionalmente possibili cumulati superiori a 100 mm.
Possibili rovesci isolati su C con massimi fino a 10 mm.

Effetti al suolo: In conseguenza dell’evoluzione meteo prevista per le prossime ore si conferma la possibilità del verificarsi delle criticità già indicate nell’allerta su tutto il territorio regionale sia dal punto di vista idraulico che idrogeologico. In particolare in provincia di Massa Carrara, l’evoluzione resta, per le prossime ore, ancora notevolmente critica e favorevole a possibili ed ulteriori situazioni di criticità, dovute anche a repentini e significativi incrementi dei livelli idrometrici con possibili esondazioni dei corsi d’acqua. In considerazione delle precipitazioni previste i livelli idrometrici dei corsi d’acqua nelle prossime ore potranno subire generali ed ulteriori incrementi, anche significativi e repentini, in particolare sui bacini di Magra, Serchio, Ombrone Pt, Cecina, Elsa, Ombrone Gr e Albegna.

1145Nota Attualmente si è innescato un altro sistema temporalesco sulle zone già colpite . Si raccomanda la massima attenzione e seguire le norme di prudenza.

 

 

 

 

Nota Il presente avviso è stato sostituito dall’ avviso di criticità messo Mercoledì, 05 Novembre 2014, ore 12.49 Valido dalle ore 13.00 di Mercoledì, 05 Novembre 2014 alle ore 15.00 di Venerdì, 07 Novembre 2014 e consultabile a questo link 

 

 


ilmonitoraggio

cfr2 lamma mi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: