2 Marzo 2014

Il centro funzionale regionale ha  
Emesso Domenica, 02 Marzo 2014, ore 13.01  AVVISO METEO/CRITICITÀ Valido dalle ore 16.00 di Lunedì, 03 Marzo 2014 alle ore 20.00 di Martedì, 04 Marzo 2014  Per l’ area A2-Versilia in cui è compreso il comune di Montignoso è stata emessa una CRITICITA’ MODERATA per  PIOGGE valida  dalle ore 16.00 di
Lunedì, 03 Marzo 2014 alle ore 20.00 di Martedì, 04 Marzo 2014

 

2014-03-02 20_36_29-CFR - CENTRO FUNZIONALEFENOMENI METEOROLOGICI PREVISTI

PIOGGIA dalle ore 12.00 di Lunedì, 03 Marzo 2014 alle ore 18.00 di Martedì, 04 Marzo 2014: dal pomeriggio di Lunedì, e fino a Martedì, precipitazioni diffuse su gran parte della regione. Lunedì, le precipitazioni tenderanno nel corso del pomeriggio ad estendersi dalla costa al resto della regione, assumendo carattere di rovescio e localmente di temporale, in particolare dalla sera e nel corso delle ore notturne. Nella giornata di Martedì i fenomeni tenderanno ad essere più frequenti sulle zone settentrionali a ridosso dell’Appennino, mentre risulteranno più sparsi sulle zone centro-meridionali. In concomitanza dei fenomeni più intensi i cumulati potranno essere raggiunti in poco tempo, con cumulati orari fino a 20-30 mm. Cumulati sull’intero evento: area A: medi attorno a 40 mm, massimi fino a 60-70 mm; area B: medi attorno a 30 mm, massimi fino a 50-60 mm; area C e D: medi attorno a 30 mm, massimi fino a 40-50 mm; area E: medi attorno a 20 mm, massimi fino a 30-40 mm; area F: medi attorno a 10-20 mm, massimi fino a 30-40 mm.

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI

IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità Moderata: Possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.
Previsione Grafiche da Modello

pcp24hz2_web_4l’ immagine riporta la previsione di pioggia cumulata cosi come elaborata dal modello meteo WRF-AWR ECM con risoluzione spaziale di 12km. I’immagine mostra la pioggia che il modello vede nell’ intervallo di tempo tra la mezzanotte di Martedi 4 Marzo  (00UTC) e la mezzanotte di Mercoledi 5 marzo (00UTC) , associando a un codice di colore una misura della pioggia cumulata. Per la zona di Montignoso dovremmo avere una precipitazione cumulata intorno ai 40mm/24h  con cumulati maggiori sui rilievi.  

Monitoraggio evento - emesso il 03/03/2014 ore 15.59

Situazione .

Non si segnalano precipitazioni di rilievo in atto né pregresse nelle ultime ore sulle zone interessate dal presente avviso. La perturbazione sta attualmente interessando Liguria e Mar Ligure dove sono in atto precipitazioni anche a carattere di temporale.
Allo stato attuale tutto il reticolo monitorato risulta in stato di quiete al di sotto dei livelli di riferimento.

Evoluzione 

Meteo: per le prossime ore si prevedono precipitazioni generalmente deboli o moderate a partire dalle zone costiere; dopo il tramonto è previsto una intensificazione delle precipitazioni che potranno assumere carattere temporalesco su tutte le zone interessate dal presente avviso. Nella giornata di domani, Martedì ancora piogge su tutte le aree interessate dall’avviso in graduale attenuazione dal pomeriggio. Cumulati fino alle 24 di Martedì:
Area A: medi attorno a 30-35 mm, massimi fino a 50-60 mm;

Effetti al suolo: 

Nelle prossime ore in considerazione delle piogge previste si attendono generali innalzamenti dei livelli idrometrici su tutto il reticolo oggetto del presente Avviso di Criticità. Nel corso della serata odierna, in concomitanza dei fenomeni temporaleschi più intensi, gli innalzamenti idrometrici potranno essere anche repentini in corrispondenza dei corsi d’acqua minori. Considerato lo stato del territorio saturo o prossimo alla saturazione, saranno antresì possibili inneschi di criticità idrogeologiche sulle zone ad elevata vulnerabilità.

Monitoraggio evento - emesso il 04/03/2014 ore 07.48

Situazione .

attualmente si osservano precipitazioni, generalmente deboli, in atto su gran parte delle zone interessate dal presente avviso. Nelle ultime 3 ore si segnalano cumulati massimi fino a 10-15 mm sull’area D, inferiori a 10 mm sulle restanti aree; nelle ultime 6 ore massime fino a 25 mm sull’area D, fino a 20 mm sulle restanti zone. Si registrano contenuti aumenti dei livelli idrometrici sul reticolo monitorato afferente i bacini idrografici della porzione centro-meridionale della regione (Fine, Cecina, Cornia, Pecora, Bruna, Rigiolato, Sovata, Osa, Albegna) con valori che risultano, quasi ovunque, al di sotto della prima soglia di riferimento. Sul T. Sovata il livello risulta attualmente stabile (alle ore 7:15 è 2.66 m szi, ancora al di sopra della prima soglia di riferimento) dopo che nel corso delle ore precedenti ha raggiunto il colmo di piena (alle ore 05:00 livello pari a 2.73 m szi, al di sopra della prima soglia di riferimento).

Evoluzione .

Meteo: Nelle prossime ore saranno possibili ancora precipitazioni sparse sulle aree interessate dal presente avviso; in mattinata sono previste precipitazioni sparse generalmente deboli o moderate su gran parte delle zone interessate dall’avviso; non è esclusa l’occorrenza di fenomeni temporaleschi sull’Arcipelago; nel pomeriggio saranno ancora possibili deboli precipitazioni sparse o locali rovesci in graduale cessazione. nelle prossime 6 ore cumulati medi generalmente inferiori a 5 mm con punte massime fino a 20 mm più probabili in Arcipelago e in generale sulle aree C e F

Effetti al suolo: 

Nelle prossime ore in considerazione delle piogge previste si attendono generali graduali innalzamenti dei livelli idrometrici su tutto il reticolo oggetto del presente Avviso di Criticità. Considerato lo stato del territorio saturo o prossimo alla saturazione, saranno antresì possibili inneschi di criticità idrogeologiche sulle zone ad elevata vulnerabilità.

A CAUSA DI PROBLEMI DI MALFUNZIONAMENTO DEL RIPETITORE INSTALLATO SUL MONTE SECCHIETA (PROBLEMI CHE AL MOMENTO NON RISULTANO RISOLVIBILI) ALCUNI DATI DELLA RETE AUTOMATICA DI RILEVAMENTO SONO DISPONIBILI IN MANIERA INTERMITTENTE E QUINDI CON ACCUMULO DI RITARDO. LA PIENA FUNZIONALITA’ DELLA RETE SARA’ RIPRISTINATA NON APPENA POSSIBILE..

Monitoraggio evento - emesso il 04/03/2014 ore 12.19

Situazione .

attualmente non si osservano precipitazioni sulle aree interessate dall’avviso; piogge e nevicate sparse si osservano in Appennino, mentre locali rovesci e temporali interessano il mar Tirreno settentrionale in prossimità dell’Arcipelago. Nelle ultime 3 ore sulle zone interessate dall’avviso si sono osservate deboli precipitazioni sparse o isolate con cumulati massimi puntuali fino a 8 mm su D4, di scarso rilievo sulle restanti zone. Si registrano contenuti aumenti dei livelli idrometrici sul reticolo monitorato afferente i bacini idrografici della porzione centro-meridionale della regione (Fine, Cecina, Cornia, Pecora, Bruna, Rigiolato, Sovata, Osa, Albegna) con valori che risultano, quasi ovunque, al di sotto della prima soglia di riferimento. Sul T. Sovata il livello risulta attualmente stabile (alle ore 7:15 è 2.66 m szi, ancora al di sopra della prima soglia di riferimento) dopo che nel corso delle ore precedenti ha raggiunto il colmo di piena (alle ore 05:00 livello pari a 2.73 m szi, al di sopra della prima soglia di riferimento).

Evoluzione 

Meteo: Nelle prossime ore sulle aree interessate dall’avviso (ad eccezione dell’area A) sarà possibile l’occorrenza di rovesci sparsi o isolati con cumulati medi non significativi e cumulati puntuali massimi fino a 10-15 mm.

Effetti al suolo: 

.Nelle prossime ore in considerazione delle residue piogge previste i livelli idrometrici saranno stabili o con variazioni non rilevanti. Considerato lo stato del territorio saturo o prossimo alla saturazione, saranno altresì possibili inneschi di criticità idrogeologiche sulle zone ad elevata vulnerabilità. A CAUSA DI PROBLEMI DI MALFUNZIONAMENTO DEL RIPETITORE INSTALLATO SUL MONTE SECCHIETA ALCUNI DATI DELLA RETE AUTOMATICA DI RILEVAMENTO SONO DISPONIBILI IN MANIERA INTERMITTENTE E QUINDI CON ACCUMULO DI RITARDO. LA PIENA FUNZIONALITA’ DELLA RETE SARA’ RIPRISTINATA NON APPENA POSSIBILE. SULL’IDROMETRO DI BELVEDERE E’ STATO EFFETTUATO UN INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA (AL MOMENTO LA MISURA RISULTA CORRETTA).

 

SI COMUNICA LA CESSAZIONE ANTICIPATA DELL’AVVISO DI CRITICITA’ EMESSO IN DATA 02/03/2014, AI SENSI DELL’ARTICOLO 18 DELL’ALLEGATO ‘A’ DEL DGRT N. 611 DEL 04/09/2006.

 


ilmonitoraggio

cfr2 lamma mi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: