16 Novembre 2014

Il centro funzionale regionale ha  EMESSO AVVISO METEO/CRITICITÀ   Per l’ area A2-Versilia in cui è compreso il comune di Montignoso è stata emessa una CRITICITA’ MODERATA per  rischio IDROGEOLOGICO-IDRAULICO  Valido dalle ore 08.00 di Lunedì, 17 Novembre 2014 alle ore 00.00 di Martedì, 18 Novembre 2014

Prossima emissione Monitoraggio Evento entro le ore 00.00 di Martedi, 18 Novembre 2014

FENOMENI METEOROLOGICI PREVISTI

PIOGGIA e TEMPORALI FORTI dalle ore 08.00 di Lunedì, 17 Novembre 2014 alle ore 00.00 di Martedì, 18 Novembre 2014: nel corso della mattinata è previsto l’ingresso di un nuovo sistema atlantico con precipitazioni diffuse, anche temporalesche, a iniziare dalle zone di nord-ovest e in progressiva estensione alle zone interne.

Cumulati:
area A: medi 50-60; massimi 100-150 mm.
area B, C, D: medi 30; massimi 50-100 mm.
area E: medi 20; massimi 50-100 mm.
area F: medi 30-40; massimi 80-130 mm.
Vento forte di Libeccio su costa centro-meridionale, Monte Amiata e crinale appenninico orientale (aree C, F, E).
Mare molto mosso sull’Arcipelago meridionale e costa meridionale (aree C, F).

 

 

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI
Criticità Moderata
IDROGEOLOGICA-IDRAULICA: Possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.
Per quanto riguarda il bacino del Carrione, viste le criticità conseguenti all’evento del 5 novembre u.s., considerato che al momento risulta ancora non completamente ripristinata la tenuta delle difese di sponda, preso atto che i cumulati di pioggia previsti risultano significativi per quanto riguarda i valori puntuali massimi, si segnala la necessità di seguire l’effettivo evolversi dell’evento, qualora si superasse il livello di 1,5 m szi all’idrometro di Carrara, attraverso l’attivazione di un presidio locale finalizzato alla verifica del normale transito della piena del Carrione su tutta l’asta del torrente e all’eventuale attivazione tempestiva delle azioni di prevenzione.

 


Monitoraggio evento - emesso il 17/11/2014 07,58

0745Situazione

al momento piogge deboli o al più moderate sulle aree AC. Cumulati sulle 3 ore fino a 15 mm. Fulmini in mare davanti alla costa di AC.
I livelli idrometrici per il momento risultano stabili senza incrementi significativi. Contenuti incrementi sono in atto sul reticolo minore afferente il settore nordoccidentale.

Evoluzione

Meteo:  nella giornata di oggi è previsto l’ingresso di un nuovo sistema atlantico con precipitazioni diffuse, anche temporalesche, a iniziare dalle zone di nord-ovest in progressiva estensione alle zone interne.
Cumulati fino alle 24 di oggi:
area A: medi 50-60; massimi 100-150 mm.
area B, C, D: medi 30; massimi 50-100 mm.
area E: medi 20; massimi 50-100 mm.
area F: medi 30-40; massimi 80-130 mm.

Effetti al suolo:  Nelle prossime ore saranno possibili ulteriori innalzamenti dei livelli idrometrici specie relativamente ai corsi d’acqua afferenti al reticolo minore ed in corrispondenza dei fenomeni temporaleschi previsti più intensi. Saranno altresì possibili inneschi di criticità idrogeologiche sulle zone ad elevata vulnerabilità. 

 

Monitoraggio evento - emesso il 17/11/2014 12,10

Situazione

Al momento piogge su tutte le aree con occasionali temporali sulla costa di C. Cumulati nelle 3 ore fino a 20 mm.
Si registrano livelli idrometrici in contenuto aumento sul reticolo del settore nordoccidentale della regione. In particolare sul T. Carrione i livelli idrometrici sono moderatamente aumentati rispetto alle prime ore di questa mattina mantenendosi in ogni caso per il momento stabili.

Evoluzione

Meteo:   nelle prossime ore è atteso il transito della parte più attiva della perturbazione. Sono pertanto attese piogge o rovesci su tutte le aree, in maniera più frequente su ACF. Occasionalmente le piogge potranno assumere il carattere temporale.
Cumulati nelle prossime 3 ore: aree ACF: fino a 30-40 mm
aree BD: fino a 20 mm
area E: fino a 10 mm.
Possibili intensità massime orarie fino 30-40 mm/h. 

Effetti al suolo: Nelle prossime 3 ore, in conseguenza dell’evoluzione meteo prevista, i livelli idrometrici dei corsi d’acqua monitorati ed interessati dal presente Avviso di Criticità, potranno subire ulteriori incrementi. In particolare, nelle prossime 3 ore, data la maggiore probabilità di piogge anche a carattere temporalesco in prossimità delle zone collinari e montuose, nonché costiere, dell’area A-C-F, con particolare attenzione ai bacini minori marittimi delle Alpi Apuane, delle Colline Metallifere e dell’Amiata, saranno possibili innalzamenti anche repentini dei livelli idrometrici di tali corsi d’acqua, specie in occasione degli eventuali temporali in fase di innesco. Le piogge previste e la saturazione del suolo nelle aree interessate dalle pregresse precipitazioni, favoriscono condizioni di rischio per fenomeni di dissesto idrogeologico, con possibilità di innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. 

 

Monitoraggio evento - emesso il 17/11/2014 15,21

Situazione

Al momento piogge diffuse su tutte le aree con temporali sulle aree C e D. Cumulati nelle 3 ore fino a 30-40 mm sulle aree C e D.
Si registrano livelli idrometrici pressochè stazionari sul reticolo del settore nordoccidentale, in generale aumento sul reticolo settentrionale e centromeridionale della regione. Sul T. Carrione i livelli idrometrici, pur mantenendosi su valori moderatamente superiori a quelli di quiete, non sono aumentati nelle ultime ore in maniera significativa e per il momento non destano particolare attenzione. Incrementi più significativi sono in atto sul reticolo minore afferente l’area delle Colline Metallifere e sul Fiume Albegna dove il livello, pur risultando al momento sotto le soglie di riferimento, è in ogni caso relativamente alto.

Evoluzione

Meteo:nelle prossime 3 ore sono attese piogge su tutte le aree anche a carattere di rovesci o temporale; i temporali potranno localmente risultare intensi, specie su C, F e D.
Cumulati nelle prossime 3 ore: aree ACF: fino a 50-60 mm
aree BD: fino a 30-40 mm
area E: fino a 30 mm.
Possibili intensità massime orarie fino a 40-50 mm/h sulle aree ACF, 20-30 mm/h sulle restanti aree
Nelle successive 3 ore (18-21) cumulati massimi fino a 30 mm su tutte le aree.
Per quanto riguarda i cumulati attesi dalle ore 15:00 a fine evento (ore 00:00) attesi:
aree A, B, D, E: medi attorno a 20 mm; massimi 40-80 mm, fino a 70-100 mm su A. area C, F: medi attorno a 30 mm; massimi 80-120 mm.

Effetti al suolo:  Nelle prossime 3 ore, in conseguenza dell’evoluzione meteo prevista, i livelli idrometrici dei corsi d’acqua monitorati ed interessati dal presente Avviso di Criticità, potranno subire ulteriori incrementi. In particolare nelle prossime 3 ore, data la maggiore probabilità di piogge anche a carattere temporalesco in prossimità delle zone collinari e montuose, nonché costiere, dell’area A-C-F, con particolare attenzione ai bacini minori marittimi delle Alpi Apuane, delle Colline Metallifere e dell’Amiata (Albegna ed affluenti, Osa, ecc…), saranno possibili innalzamenti anche repentini dei livelli idrometrici di tali corsi d’acqua, specie in occasione degli eventuali temporali in fase di innesco. Le piogge previste e la elevata saturazione del suolo nelle aree interessate dalle pregresse precipitazioni, favoriscono condizioni di rischio per fenomeni di dissesto idrogeologico, con possibilità di innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. 

 

Monitoraggio evento - emesso il 17/11/2014 18,16
Pioggia Cumulata nelle ultime 24 ore

Pioggia Cumulata nelle ultime 24 ore – Al pluviometro di Cerreto sono segnalati 34mm da inizio evento.

Situazione

Al momento si registrano piogge diffuse su tutte le aree con temporali sulle aree C, D e F. Cumulati nelle 3 ore fino a 60 mm sull’area F, fino a 30-40 mm sulla D e fino a 25-30 sulla B.
Si registrano generali aumenti dei livelli idrometrici con particolare riferimento nei bacini costieri centro-meridionali e settentrionali. Nello specifico si registra il superamento della seconda soglia di riferimento alla stazione di Cura SP 152 sul Pecora (3,72 m szi alle 17.45) ed il superamento della prima soglia alle seguenti stazioni: Cura Nuova sul Pecora (2.71 alle 17.45), S. Piero a Sieve sul Carza (1.98 alle 17.45), Marina a Calenzano (1.14 alle 17.45), Ponsacco sul Cascina (3.59 alle 17.45), Cornia a Ponte per Montioni (2.60 alle 17.45), Albegna a Marsiliana (3.00 alle 17,45). Rimangono al di sotto dei valori di riferimento tutti gli altri idrometri monitorati, seppur in crescita.

Evoluzione

Meteo: nelle prossime 3 ore sono attese piogge sparse a carattere di rovescio o temporale; i temporali potranno localmente risultare intensi, specie su C, F e D.
Cumulati nelle prossime 3 ore: aree ACF: fino a 30-40 mm
sulle altre aree: fino a 20 mm.
Possibili intensità massime orarie fino a 30-40 mm/h sulle aree ACF, 20 mm/h sulle restanti aree
Nelle successive 3 ore (21-00) le precipitazioni tenderanno a divenire meno diffuse, ma saranno ancora possibili rovesci e temporali in particolare sulle zone prossime alla costa. Cumulati massimi fino a 20 mm su tutte le aree, in particolare su A, C ed F.
Per quanto riguarda i cumulati attesi dalle ore 18:00 a fine evento (ore 00:00) attesi:
aree A, C, F: medi attorno a 10 mm; massimi 60 mm. Altrove: medi attorno a 10 mm; massimi 40 mm.

Effetti al suolo: Nelle prossime 3 ore, in conseguenza dell’evoluzione meteo prevista, si attendono ulteriori incrementi dei livelli idrometrici in tutti i corsi d’acqua afferenti alla fascia costiera centro-meridionale e nord-occidentale. Gli incrementi idrometrici potranno essere anche repentini, in concomitanza con i temporali, specialmente in prossimità delle zone collinari e montuose e costiere delle aree meteo A-C-F; in particolare si attendono ulteriori incrementi sul Pecora, Cornia, Bruna, Albegna, Osa. Per quanto concerne i bacini costieri nord-occidentali si prevedono incrementi di minore entità, anche se non si esclude la possibilità di innalzamenti anche repentini se si verificassero i temporali localmente intensi previsti. L’elevata saturazione del suolo nelle aree interessate dalle pregresse precipitazioni, favoriscono condizioni di rischio per fenomeni di dissesto idrogeologico, con possibilità di innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. 

 

Monitoraggio evento - emesso il 17/11/2014 21,21

Situazione

Al momento si registrano piogge diffuse di moderata intensità sulle zone meridionali e orientali (FE) e sulle zone settentrionali (A). Un sistema temporalesco è attivo sul mare davanti alla Versilia e muove verso la costa. Cumulati nell’ultima ora sino a 10 mm sull’area F e A nelle 3 ore fino a 30 mm sempre sull’area F, cumulati dall’inizio dell’evento sino a 70-80 mm sull’area C
Si registrano generali aumenti dei livelli idrometrici con particolare riferimento nei bacini costieri centro-meridionali e settentrionali.

Evoluzione
Meteo:nelle prossime 3 ore intensificazione delle piogge, anche a carattere di rovescio o temporale sulle zone settentrionali, in particolar modo sulla zona di Carrara e sulla Versilia; attenuazione delle precipitazioni sulle zone meridionali e centro-orientali.
Cumulati nelle prossime 3 ore: aree AC: fino a 30 mm, con intensità che temporaneamente potrà risultare forte.
sulle altre aree: in graduale attenuazione con massimi puntuali inferiori a 20 mm e intensità debole-moderata.
Nelle successive ore (dopo mezzanotte e per la mattina), spiccata variabilità lungo la fascia costiera con possibilità di rovesci di carattere breve ed intermittente con cumulati puntuali inferiori a 20 mm.

Effetti al suolo:Nelle prossime 3 ore, in conseguenza dell’intensificazione delle piogge previste sulle zone settentrionali, saranno possibili incrementi dei livelli idrometrici su tutto il reticolo afferente a tali zone; gli innalzamenti potranno essere anche repentini nei corsi d’acqua secondari o di minore estensione in occorrenza dell’innesco dei fenomeni temporaleschi più intensi. Anche sul reticolo afferente le altre zone di allerta, in particolare i bacini costieri centro-meridionali e settentrionali, sono attesi ulteriori incrementi dei livelli, quantomeno nelle sezioni più a valle, per il transito delle piene attualmente in corso. Si signala che su corsi d’acqua Albegna, Pecora, Cecina e Cornia le stazioni a monte hanno già cominciato a registrare progressive diminuzioni di livello, così come per i bacini settentrionali (Sieve, Bisenzio, Ombrone-PT). L’elevata saturazione del suolo nelle aree interessate dalle pregresse precipitazioni, favoriscono condizioni di rischio per fenomeni di dissesto idrogeologico, con possibilità di innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

 

Monitoraggio evento - emesso il 18/11/2014 00,08

Cerreto3Situazione

Al momento si registrano piogge isolate con temporale in atto sul livornese. Cumulati nell’ultima ora sino a 5-10 mm sulle aree B e C; nelle ultime 3 ore fino a 15-20 sulla B e sulla A. Cumulati dall’inizio dell’evento sino a 80 mm sull’area C.
Si registrano generali aumenti dei livelli idrometrici con particolare riferimento nei bacini costieri centro-meridionali e settentrionali.

Evoluzione

Meteo:nelle prossime 3 ore le precipitazioni saranno sparse o isolate a prevalente carattere di rovescio o breve temporale. I fenomeni saranno più probabili lungo la costa e nelle aree ad essa adiacenti.
Cumulati nelle prossime 3 ore: su tutte le aree: fino a 20 mm.
Nelle successive 3 ore non si prevedono variazioni di rilievo con cumulati massimi puntuali inferiori a 20 mm.

Effetti al suolo: Nelle prossime 3 ore, in considerazione dell’evoluzione meteo prevista, si attende il generale transito a valle delle piene attualmente in corso sui bacini costieri centro-meridionali, settentrionali e sull’Arno. In particolare, nel bacino del Cecina si attende, nel corso delle prime ore della notte, il transito del picco di piena alla stazione di Steccaia con livelli che potrebbero superare il secondo livello di criticità. Sul bacino dell’Arno, con i livelli ancora in generale aumento a valle di Subbiano, si attende, nel corso della notte, il transito di una piena caratterizzata dal superamento diffuso, alle varie stazioni di monitoraggio, del primo livello di criticità. Il transito delle piene sugli altri corsi d’acqua, potrà anche raggiungere il primo livello di criticità ma in maniera non diffusa. Vista l’elevata saturazione del suolo nelle aree interessate dalle pregresse precipitazioni, permangono condizioni di rischio per fenomeni di dissesto idrogeologico, con possibilità di innesco di frane e smottamenti dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

Il Pluviometro di Cerreto Il Pluviometro di Porta Fornace 

ilmonitoraggio

cfr2 lamma mi

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: