18 Settembre 2014 Il centro funzionale regionale ha  EMESSO AVVISO METEO/CRITICITÀ   Per l’ area A2-Versilia in cui è compreso il comune di Montignoso è stata emessa una CRITICITA’ MODERATA per  Temporali  Valido dalle ore 07.00 di Venerdì, 19 Settembre 2014 alle ore 13.00 di Sabato, 20 Settembre 2014

Prossima emissione Monitoraggio Evento entro le ore 12.00 di Sabato, 20 Settembre 2014 

A2 Allerta Moderata per temporali

FENOMENI METEOROLOGICI PREVISTI

TEMPORALI FORTI dalle ore 07.00 di Venerdì, 19 Settembre 2014 alle ore 13.00 di Sabato, 20 Settembre 2014:Dalla mattina di domani, Venerdì, possibilità di forti temporali, più probabili sull’Arcipelago (dall’Elba compresa verso nord), in prossimità della costa centro-settentrionale e zone adiacenti.
Cumulati attesi fino alle 24:00 di domani, Venerdì:
area A: medi 40 mm, massimi fino a 120-140 mm.
area C: medi 30 mm, massimi fino a 80-100 mm.
area B, in particolare rilievi e zone più occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 50-70 mm.
area D, in particolare zone occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 50-70 mm.
Cumulati attesi per le prime 12 ore di Sabato:
area A: medi 40 mm, massimi fino a 100-120 mm.
area B, in particolare rilievi e zone più occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 60-80 mm.
area C (parte settentrionale): medi 10 mm, massimi fino a 40-60 mm.
area D (parte settentrionale): medi 10 mm, massimi fino a 40-60 mm.

 

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI
IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità Moderata: Possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.
Previsione Grafiche da Modello

L’Organizzazione Meteorologica Mondiale  WMO definisce il temporale come «una perturbazione atmosferica locale, prodotta da un cumulonembo, ( un tipo di nube ) sempre associato ad attività elettrica e tuoni, di solito accompagnato da forti venti, pioggia intensa e, qualche volta, grandine. Solitamente di breve durata.»

downloadQuindi un temporale è un fenomeno “locale” ovvero di limitata estensione territoriale ( piove a Massa ma non a Forte dei Marmi ) dura di solito poco è sempre associato a fulmini, tuoni, pioggia che a volte ha intensità notevole. La quantità di pioggia che può scaricare su un territorio può essere anche di diverse centinaia di millimetri e  quindi potenzialmente in grado di fare danni.

Dal punto di vista della fisica dell’ atmosfera un temporale è una macchina termodinamica e come tutte le macchine ha bisogno di  ” combustibile” , di una “strada” su cui muoversi e ovviamente di qualcosa che lo “accenda”. Se anche solo una di queste componenti non è presente in quantità adeguata il temporale non si innesca.

Il combustibile è il vapore acqueo contenuto nell’ atmosfera ( magari portato da un vento caldo-umido come lo scirocco). La strada è un opportuno profilo termico verticale dell’ atmosfera ( più fredda man mano che si sale ).  Un innesco  può essere dato da diversi fattori, a volte molto piccoli e difficilmente misurabili : un elevato riscaldamento dei fianchi delle montagne o uno sbarramento sinottico a un fronte in avvicinamento.

Si possono pimagesrevedere i temporali? No. Per ragioni matematiche di risoluzione delle equazioni differenziali che descrivono lo stato dell’ atmosfera.

Però, possiamo conoscere attraverso l’ analisi di opportuni parametri, come la CAPE e il Lifted Index, se ci sono le condizioni perchè siano presenti i tre fattori di prima, e in che misura. Questi dicono: quanta energia c’è in gioco (non dobbiamo dimenticare che un grammo d’acqua, passando dallo stato di vapore allo stato liquido, libera 600 calorie) e se c’è la strada per l’ innesco di temporali.

 

Nelle due tab seguenti vi sono due immagini ricavate dal portale del LaMMa relative alla CAPE e al Lifted Index  del 20 Settembre alle 06 UTC.

Si vede bene che le condizioni vi sono: infatti per valori >2000 J/kg di CAPE e <-6 di LI si ha una buona probabilità di temporali forti, ed è corretto quindi, da parte della Regione Toscana, emettere un avviso di criticità  MODERATA.

 

E..se Come comportarsi in caso di: Temporali 

 

 lifz2_web_19

Monitoraggio evento - emesso il 19/09/2014-06.58
0545Situazione .sulla Toscana non si registrano precipitazioni.

Evoluzione 
Meteo: fino a domani mattina Sabato 20 settembre: possibilità di forti temporali, più probabili sull’Arcipelago (dall’Elba compresa verso nord), in prossimità della costa centro-settentrionale e zone adiacenti. Cumulati attesi fino alle 24:00 di domani, Venerdì: area A: medi 40 mm, massimi fino a 120-140 mm. area C: medi 30 mm, massimi fino a 80-100 mm. area B, in particolare rilievi e zone più occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 50-70 mm. area D, in particolare zone occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 50-70 mm. Cumulati attesi per le prime 12 ore di Sabato: area A: medi 40 mm, massimi fino a 100-120 mm. area B, in particolare rilievi e zone più occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 60-80 mm. area C (parte settentrionale): medi 10 mm, massimi fino a 40-60 mm. area D (parte settentrionale): medi 10 mm, massimi fino a 40-60 mm.

Effetti al suolo:  Nelle prossime ore saranno possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

Aggiornamento Meteo
0745

Meteosat Visibile – LaMMa

Da alcune ore davanti alla costa vi è una cella temporalesca che si sta muovendo lentamente verso Nord-EST come si può vedere dalla mappa degli echi radar dell’ ARPA-ER  la linea rossa corrisponde a uno spstamento previsto nelle prossime 3 ore.

nowcast (1)

Spostamento eco-radar ARPA-ER

 

 

 

 

Radar Intensità di Pioggia- ARPA-Liguria

Dalle immagini radar riprese dal radar della ARPA-Liguria il nucleo piu attivo ( colori arancio/rosso.. ) si sta avvicinando.

 

 

Attualmente ( h.11,30 ) i  cumulati di pioggia maggiori si sono avuti a Massa nel centro città con 21,5 mm . Per Montignoso il pluviometro di Porta Fornace si è fermato a 12 mm. Valori ancora abbastanza contenuti. Fonte MeteoApuane

 

E’ importante mettere in atto tutte le buone prassi di autoprotezione.

 

CUM24 (20)Situazione .Temporali sulla Versilia con cumulati fino a 30-40mm. Sotto il profilo idrometrico per il momento non si segnala nessuna criticità di rilievo.

Evoluzione 
Meteo: Nelle prossime ore temporale semi-stazionario sulle zone di nord-ovest in lento spostamento verso levante. In serata/nottata possibile nuovo temporale intenso sulle zone di nord-ovest. Cumulati previsti: fino alle 24:00 di oggi, Venerdì: area A: medi 40 mm, massimi fino a 120-140 mm. area C: medi 30 mm, massimi fino a 80-100 mm. area B, in particolare rilievi e zone più occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 50-70 mm. area D, in particolare zone occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 50-70 mm. Cumulati attesi per le prime 12 ore di Sabato: area A: medi 40 mm, massimi fino a 100-120 mm. area B, in particolare rilievi e zone più occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 60-80 mm. area C (parte settentrionale): medi 10 mm, massimi fino a 40-60 mm. area D (parte settentrionale): medi 10 mm, massimi fino a 40-60 mm.

Effetti al suolo: Nelle prossime ore potranno verificarsi innalzamenti dei livelli idrici nei corsi d’acqua monitorati; tali innalzamenti potranno essere anche repentini nei corsi d’acqua secondari o di minore estensione in occorrenza dell’innesco dei fenomeni temporaleschi più intensi con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Potranno altresì verificarsi possibili scorrimenti superficiali delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. 

Monitoraggio evento - emesso il 19/092014-17.14
Situazione .Attualmente si segnalano rovesci sparsi in alta Lunigiana; altrove niente da segnalare. Sotto il profilo idrometrico per il momento non si segnala nessuna criticità di rilievo

Evoluzione 
Meteo:Dal tardo pomeriggio e in serata nuovo peggioramento sulle zone di nord-ovest con rovesci e temporali anche intensi, in graduale estensione alle altre zone settentrionali nel corso della notte. I temporali potranno essere associati a forti colpi di vento e grandinate. Cumulati indicativi attesi fino alle 12 ore di Sabato: area A: medi 30-40 mm, massimi fino a 100-120 mm. area B, in particolare rilievi e zone più occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 60-80 mm. area C (parte settentrionale): medi 10 mm, massimi fino a 40-60 mm. area D (parte settentrionale): medi 10 mm, massimi fino a 40-60 mm.

Effetti al suolo: In serata all’occorrenza dei fenomeni previsti potranno verificarsi innalzamenti dei livelli idrici nei corsi d’acqua monitorati; tali innalzamenti potranno essere anche repentini nei corsi d’acqua secondari o di minore estensione in occorrenza dell’innesco dei fenomeni temporaleschi più intensi con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Potranno altresì verificarsi possibili scorrimenti superficiali delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica

Monitoraggio evento - emesso il 19/09/2014-23.47
CUM24 (21)Situazione .Attualmente non si segnalano precipitazioni sulla Toscana. Sotto il profilo idrometrico per il momento non si segnala nessuna criticità di rilievo.

Evoluzione 
Meteo:  Per la notte e la mattinata di domani esiste una probabilità media che si sviluppino nuove celle temporalesche sparse, inizialmente sulle zone di nord-ovest in successivo trasferimento alle zone centro-settentrionali della regione. Cumulati indicativi attesi fino alle 12 ore di Sabato: area A: medi 30-40 mm, massimi fino a 100-120 mm. area B, in particolare rilievi e zone più occidentali: medi 20 mm, massimi fino a 60-80 mm. area C (parte settentrionale): medi 10 mm, massimi fino a 40-60 mm. area D (parte settentrionale): medi 10 mm, massimi fino a 40-60 mm.

Effetti al suolo: n nottata all’occorrenza dei fenomeni previsti potranno verificarsi innalzamenti dei livelli idrici nei corsi d’acqua monitorati; tali innalzamenti potranno essere anche repentini nei corsi d’acqua secondari o di minore estensione in occorrenza dell’innesco dei fenomeni temporaleschi più intensi con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Potranno altresì verificarsi possibili scorrimenti superficiali delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica..

Monitoraggio evento - emesso il 20/09/2014-07.16
CUM24 (22)Situazione .Nelle ultime 6 ore si segnalano abbondanti ed intense precipitazioni in Mugello. In particolare si segnalano punte fino a 140 mm nell’Alto Mugello, di 90-100 nel Basso Mugello. Nelle 3 ore, sulle medesime aree punte di 80-90 mm. Punte fino a 110 mm nelle 6 ore anche nell’Appennino pratese. In considerazione dei forti temporali occorsi si segnalano criticità che hanno riguardato il reticolo secondario e minore e innalzamenti del reticolo idrografico monitorato dei fiumi Lamone, Sieve, Bisenzio e Ombrone Pt. Superamenti di entrambe le soglie di riferimento per le stazioni di Marradi sul Lamone.

Evoluzione 
Meteo:  Nelle prossime 3 ore saranno ancora possibili precipitazioni intense ad abbondanti sul Mugello e sui rilievi appenninici pratesi ed aretini occidentali, tuttavia è prevista una graduale attenuazione a partire dalle zone più occidentali. Saranno ancora possibili cumulati massimi indicativi nelle prossime 3 ore fino a 50-60 mm (anche in poco tempo). Su tutte le altre aree oggetto dell’avviso possibili rovesci e temporali anche intensi, ma a carattere sparso, in attenuazione nel corso della mattina.

Effetti al suolo: In considerazione delle piogge previste, specialmente in concomitanza dei fenomeni temporaleschi più intensi, potranno verificarsi ulteriori criticità, generalmente localizzate, più probabili nelle zone già interessate dalle precipitazioni. Pertanto saranno probabili ulteriori criticità di tipo idrogeologico quali scorrimenti superficiali delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane e possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti. L’aumento dei livelli nel reticolo principale, dovuto anche alle piogge pregresse, potrà causare ulteriori criticità di tipo idraulico, in particolare sui fiumi Lamone, Santerno, Sieve, Bisenzio e Ombrone Pt.

Monitoraggio evento - emesso il 20/09/2014-12.29
Situazione .Nelle ultime 3 ore non si segnalano precipitazioni.
I livelli idrometrici del reticolo monitorato sono ovunque in diminuzione, con particolare riferimento ai corsi d’acqua Lamone, Santerno, Bisenzio, Ombrone Pt. e Sieve. Su quest’ultimo è attualmente in transito il passaggio della piena alla stazione Fornacina al di sotto del 1 livello di riferimento. Sul Lamone, alla stazione “Lamone a Marradi” il livello è sceso al di sotto del 1 livello di riferimento. Sull’Ombrone Pt (stazione “Poggio a Caiano”) e sul Bisenzio (stazione “S.Piero a Ponti”) la piena (al di sotto del 1 livello di guardia) è transitata intorno alle ore 09:00.

Evoluzione 
Meteo:  Nelle prossime ore saranno possibili isolati rovesci con cumulati non significativi.

Effetti al suolo: Nelle prossime ore, in considerazione della evoluzione meteo prevista, i livelli idrometrici sopra citati continueranno a dimnuire. Saranno tuttativa possibili, in concomitanza di isolati rovesci, locali ed estemporanei innalzamenti con particolare riferimento ai bacini minori..


ilmonitoraggio

cfr2 lamma mi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: