In seguito alla DCM del 28/7/16 e alla successiva OCDPC 383 è stata attivata la procedura di contributo per i privati per far fronte ai danni occorsi al patrimonio abitativo privato a seguito delle calamità naturali che si sono verificate tra il 2013 e il 2015 sul territorio della Regione Toscana, per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza e completata la ricognizione dei fabbisogni.

Per la provincia di Massa Carrara gli eventi riconosciuti sono :

OCDPC n. 157/2014

1 gennaio e 11 febbraio 2014

AR- FI – GR- LI – LU- MS- PI_ – PT- PO- SI

ma sopratutto

OCDPC n. 255/2015

5 marzo 2015

AR – FI- LU- MS- PT- PO

 la procedura avviata riguarda esclusivamente i privati cittadini, per quanto riguarda le imprese che hanno subito i danni è prevista l’attivazione di procedura analoga a gennaio 2017. 

CONDIZIONI NECESSARIE PER AMMISSIBILITÀ DELLA SPESA

a) I danni subiti devono essere in nesso di causalità con gli eventi calamitosi sopra indicati; pertanto la loro tipologia deve essere compatibile e conseguenza con la specificità dell’evento verificatosi

b) I danni devono essere già stati segnalati immediatamente dopo l’evento al Comune di residenza con la scheda B di ricognizione del danno subito

c) La riparazione dei danni o la sostituzione di quelli distrutti o danneggiati e non riparabili deve essere comprovata da documentazione giustificativa di spesa

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per IMMOBILI DANNEGGIATI, IMMOBILI DISTRUTTI o INAGIBILI e BENI MOBILI secondo quanto specificato nell’ allegato 1 

DOVE E COME PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda va presentata al Comune di residenza a cui era stata precedentemente inoltrata la scheda B di segnalazione dei danni. La domanda e la relativa documentazione può essere consegnata a mano, spedita a mezzo posta con raccomandata a.r. oppure tramite posta elettronica certificata (PEC) al Comune. Nel caso di spedizione tramite PEC fa fede la data di invio dell’e-mail certificata, mentre nel caso di invio tramite raccomandata a.r. fa fede la data risultante dal timbro dell’ufficio postale accettante.

TEMPO LIMITE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda va presentata al Comune a pena di decadenza entro 40 giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana della OCDPC.

Il termine di scadenza per la presentazione della documentazione è fissato entro 40 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 20 Agosto 2016, dell’Ordinanza 383.

Il termine ultimo entro cui presentare la domanda è quindi fissato al  29 Settembre 2016

DOCUMENTAZIONE :

Criteri direttivi generali per i privati cittadini – Allegato 1

 

SOGGETTO TITOLATO
MODELLO DA UTILIZZARE
NECESSITÀ PERIZIA

1) proprietario unico dell’abitazione

Allegato A e Allegato A1

Perizia – Allegato A2

2) comproprietario dell’abitazione

Allegato A

Perizia – Allegato A2

3) titolare del diritto reale o personale di godimento dell’abitazione (usufrutto, locazione, comodato, etc.) solo se quest’ultimo, oltre ad aver presentato la scheda B, si sia accollato la spesa e questa sia stata già sostenuta alla data di presentazione della domanda)

Allegato A e Allegato A1

Perizia – Allegato A2

4) proprietario dei beni mobili distrutti o danneggiati ubicati nell’abitazione

Allegato A e Allegato A1

NON NECESSARIA

5) condomino delegato da altri condomini per le parti comuni danneggiate di un edificio residenziale, in cui non è stato nominato l’amministratore condominiale

Allegato A4 e Allegato A3

 Perizia – Allegato A2

6) amministratore condominiale per le parti comuni danneggiate di un edificio residenziale

 Allegato A e Allegato A1

 Perizia – Allegato A2

 Fonte e maggiori informazioni : Regione Toscana > http://www.regione.toscana.it/-/vademecum-per-i-privati-per-contributi-per-danni-da-eventi-calamitosi

Download (PDF, 163KB)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: