Incendi di Interfaccia

PrimaIn caso si avvisti un incendioSe si è circondati dal fuoco:

Chiunque abiti in una zona ad elevata vulnerabilità può mettere in atto azioni e buone pratiche per aumentare la propria sicurezza, quella della propria abitaziobne e, di conseguenza, quella del bosco.

E’ necessario evitare tutte quelle azioni che potrebbero causare un incendio boschivo come:

  • accendere fuochi fuori dalle aree attrezzate o lasciare l’area prima che il fuoco sia spento completamente;

  • gettare sigarette accese o non completamente spente;

  • parcheggiare l’auto vicino o a contatto di erba secca facilmente infiammabile dalle marmitte.

Per eliminare stoppie, paglie ed erba, è necessario seguire le disposizioni del Regolamento forestale applicativo della Legge forestale regionale che possono essere richeiste al Servizio Foreste della Provincia di Massa Carrara.

Se abitiamo in una casa immersa nel bosco dobbiamo attuare misure di autoprotezione individuale in modo da evitare che un incendio si propaghi alla casa stessa. Per valutare il suo grado di vulnerabilità possiamo cercare di rispondere a queste domande:

  1. la tua casa è situata a meno di 50 metri del bosco?

  2. la tua casa è circondata da alberi e arbusti facilmente infiammabili?

  3. hai materiali o sostanze infiammabili nelle vicinanze della tua casa?

  4. tieni o utilizzi frequentemente un barbecue in giardino?

  5. usi il fuoco per eliminare le potature e gli sfalci del tuo giardino?

  6. le siepi di confine della tua proprietà possono propagare il fuoco?

  7. la tua casa necessita di un idrante esterno?

Rispondere si alla maggior parte di queste domande può indicare che la vulnerabilità della casa è alta.

Per ridurla è necessario attuare misure selvicolturali tipo:

  • diradare i boschi vicini creando una zona franca di almeno 30 metri per le case singole e di 50 per le aree urbanizzate;

  • tagliare eventuali arbusti che potrebbero proopagre le fiamme sia in direzione delle abitazioni sia in senso verticale trasformando un incendio radente in incendio di chioma.

  • Mettere in prtica operazioni di selvicoltura preventiva come la riduzione dei combustibili fini e sulle potature che sollevano la chioma dal suolo Evitare per le siepi di recinzione dei giardini essenze che come ad esempio il cipresso potato in siepe raccolgono tra i rami una grande % di materiale morto che se esposto rende tutta la pianta infiammabile in modo esplosivo.

    Queste sempli operazioni impedirebbero ad eventuali incendi di arrivare in prossimità dell’abitato e consentirebebro azioni di contrasto piu sicure.

Le strade di accesso alle case dovrebbero avere una fascia di almeno 10 metri per parte libera da vegetazione , in modo da permettere un passaggio sicuro in caso di emergenza.

Durante i periodi di alto rischio, che ricordiamo, sono i mesi da Giugno ad Ottobre e Febbraio-Marzo è necessario fare molta attenzione all’ uso dei barbecue, e di tutte le sostanze infiammabili che possono essere eventualmente conservate e utilizzate.

E’ bene ricordare che un allertamento rapido è la chiave per un estinzione altrettanto rapida, pertanto nel caso in cui si avvisti un incendio si può telefonare al 115 dei VVF, al 1515 del CFS o, durante il periodo di apertura del COP provinciale, al numero verde 800180918.

Le eventuali segnalazioni che dovessero giungere alle sale operative sopra riportate verrranno trasferite:

  • durante il servizio a bassa operatività e nei festivi, alla SOUP;

  • durante i periodi ad alta operatività (indicativamente 15/06 – 15/09 e, in funzione dell’andamento climatico, nei mesi di febbraio e marzo), al numero del centralino del COP Massa in orario 08:00 – 20:00

    800 18 09 18

    e alla SOUP dalle 20:00 alle 08:00.

aibtraspSe si tratta di un principio di incendio, tentare di spegnerlo solo se si è certi di avere una via di fuga sicura, tenere sempre le spalle al vento, ripararsi eventualmente bocca e naso con un panno umido, battere le fiamme con un ramo verde fino a soffocarle. E’ comunque preferibile non rischiare più di quanto sia corretto fare, ricordiamo che la nostra sicurezza viene prima di tutto.

E’ importante inoltre non sostare nei luoghi sovrastanti l’incendio o in zone verso le quali soffi il vento, non attraversare una strada invasa dal fumo o dalle fiamme e permettere un agevole intervento dei mezzi di soccorso, parcheggiando correttamente le proprie autovetture.

Mettere a disposizione delle squadre AIB punti di approvvigionamento idrico.

  1. non uscier di casa se non si è certi della via di fuga, comunque il fuoco si trasmette con difficoltà alle abitazioni, eventualemnte sigillare prese d’aria esistenti;

  2. segnalare la propria presenza alle forze che intervengo;

  3. se siamo in bosco e ci accorgiamo che stiamo per essere raggiunti dalle fiamme mantenere la calma e dirigersi verso i fianchi dell’incendio, dove le fiamme sono meno intense. Mai scappare verso l’alto perchè il fuoco spesso corre più veoloce di noi e non si stanca, mentre noi si.