Il centro funzionale regionale ha EMESSO AVVISO METEO/CRITICITÀ che modifica il precedente avviso Valido dalle ore 16.00 di Mercoledì, 23 Ottobre 2013 .
Per l’ area A2-Versilia in cui è compreso il comune di Montignoso è stata emessa una criticità MODERATA per Rischio IDROGEOLOGICO-IDRAULICO  Valido dalle ore 20.00 di Mercoledì, 23 Ottobre 2013 alle ore 00.00 di Venerdì, 25 Ottobre 2013

Prima emissione Monitoraggio Evento entro le ore 01,00 di Giovedi, 24 Ottobre 2013

FENOMENI METEOROLOGICI PREVISTI

imagearTEMPORALI FORTI dalle ore 20.00 di Mercoledì, 23 Ottobre 2013 alle ore 23.59 di Giovedì, 24 Ottobre 2013: possibilità di rovesci o temporali, localmente di forte intensità, su tutta la regione: i fenomeni sono attesi inizialmente (già dalla sera di oggi, Mercoledì) sulle zone nord-occidentali della regione (area A e successivamente parte di B e C), mentre dopo la mezzanotte e per tutta la giornata di Giovedì, tenderanno ad interessare anche le restanti zone della regione. Non è esclusa l’occorrenza di fenomeni temporaleschi persistenti per più ore su porzioni relativamente limitate di territorio. Nel corso dalla mattinata di domani è attesa una attenuazione dei fenomeni sulle zone nord-occidentali, che tenderanno a concentrarsi sui settori centro-meridionali; graduale miglioramento in serata con residue locali precipitazioni. Si prevedono i seguenti cumulati: su ABD medi tra 40 e 60 mm in 24 h con massimi fino a oltre 150 mm; su CEF medi tra 20 e 50 mm con punte massime fino a oltre 150 mm; tali punte massime sono attese con maggior probabilità sulle zone collinari centro meridionali e a ridosso di Apuane e Appennino settentrionale. Sulle zone eventualmente interessate da temporali persistenti non sono escluse punte massime anche superiori a 200 mm. Relativamente all’intensità delle precipitazioni si prevedono intensità orarie massime fino a 60-80 mm/h

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI

IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità Moderata: Viste le odierne previsioni meteorologiche, in considerazione dell’alto grado di saturazione del suolo nonchè le criticità residuali ancora presenti sul territorio conseguenti ai recenti eventi meteo-idrologici occorsi, si prevedono i seguenti scenari di criticità elevata:
Possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.
IN CONSIDERAZIONE DELL’INCERTEZZA DELLE PREVISIONI METEO, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALL’OCCORRENZA DEI FENOMENI TEMPORALESCHI PIU’ INTENSI E ALLA LORO DURATA, GLI EFFETTI SUL TERRITORIO POTRANNO ESSERE ANCHE MOLTO SIGNIFICATIVI.

.

Previsione Grafiche da Modello

pcp24hz2_web_3

nell’ immagine le precipitazioni cumulate previste dal modello ARW-GFS del Consorzio LaMMa tra le 00 UTC ( 02 ora locale ) di Giovedi e le 00 UTC ( le 02 ora locale ) di Venerdi. Dalla scala cromatica associata i cumulati previsti in questo intervallo di tempo sono dell’ ordine di 40/60 mm/24h

Aggiornamento ore 20,00 del 21 Ottobre 2013

Situazione: attualmente si registrano precipitazioni a carattere di rovescio in atto sull’area A1, con intensità oraria massima di 6.2 mm osservata a Pontremoli. I cumulati nel corso delle ultime ore risultano scarsamente rilevanti (sotto i 10 mm). Sulla parte alta del bacino del Magra i livelli idrometrici iniziano, seppur lievemente, ad aumentare.

Evoluzione
Meteo: Nel corso delle prossime ore si prevedono ancora precipitazioni a prevalente carattere di rovescio in graduale estensione a tutta l’area A con intensità oraria massima fino a 10-15 mm e cumulati puntuali massimi nelle prossime tre ore fino a 30-35 mm, più probabili a ridosso dei rilievi appenninici. Un ulteriore intensificazione delle precpitazioni, che potranno assumere carattere temporalesco anche di forte intensità, è atteso dopo la mezzanotte sempre a partire dall’area A, in estensione alle restanti zone già nel corso della notte. L’evoluzione meteorologica sarà aggiornata con le nuove run a disposizione dal prossimo monitoraggio.

Effetti al suolo: Nelle prossime ore in conseguenza delle precipitazioni previste in particolare sull’area A, potranno verificarsi, specie sul reticolo minore, incrementi dei livelli idrometrici anche consistenti. Saranno inoltre possibili criticità residue geomorfologiche in particolare in quelle porzioni di territorio rese più vulnerabili dagli ultimi fenomeni meteorologici occorsi.

Aggiornamento ore 05,21 del 24 Ottobre 2013

Situazione: Nelle ultime 4 ore si sono registrate precipitazioni a carattere diffuso sull’area A, a carattere più sparso sulle aree B, C, D. Registrati cumulati puntuali massimi fino a 60-70 mm sull’area A e fino a 40-50 mm sulla parte occidentale di B. Registrati cumulati orari massimi puntuali fino a 50 mm sull’area A e sull’area B (in particolare sui rilievi). Dalle immagini del satellite e dall’eco del radar si notano due sistemi temporaleschi in movimento verso est, nord-est e la nostra regione. Il primo sta interessando il nord-ovest della regione, il secondo formatosi subito ad est della Corsica, sta interessando la costa pisana e livornese.
Contenuti incrementi dei livelli idrometrici nel bacino del Magra e dei torrenti Carrione, Versilia che attualmente si mantengono ampiamente sotto le soglie di riferimento. Nessun incremento significativo dei livelli idrometrici sul restante reticolo monitorato.

Evoluzione
Meteo: Nelle prossime ore sono previste precipitazioni in intensificazione su tutte le aree. Le precipitazioni più intense si porteranno dall’Arcipelago a nord dell’Elba e dalla costa, specialmente centro-settentrionale, verso le zone interne, seguendo una direttrice sud-ovest/nord-est. Le precipitazioni potranno assumere carattere temporalesco anche di forte intensità con cumulati orari massimi puntuali fino a 70-80 mm, più probabili in queste ore sulle aree A, B, C, D ed F. Localmente i fenomeni potranno risultare più stazionari con cumulati che potrebbero superare anche i 100 mm. Successivamente le precipitazioni dovrebbero attenuarsi sull’area A continuando ad interessare più direttamente le aree B, C, D, F ed estendendosi gradualmente anche all’area E.

Effetti al suolo: Nelle prossime 4 ore in conseguenza delle precipitazioni previste potranno verificarsi criticità idrogeologiche ed idrauliche localizzate in concomitanza dei fenomeni più intensi con incrementi dei livelli idrometrici anche significativi in particolare sul reticolo idraulico minore principalmente sull’area A, (torrenti Carrione, Frigido, Versilia e Camaiore) e più marginalmente sulle altre aree. In considerazione dello stato di saturazione del suolo saranno possibili criticità geomorfologiche in particolare in quelle porzioni di territorio rese più vulnerabili dagli ultimi fenomeni meteorologici.

Aggiornamento ore 09,00 del 24 Ottobre 2013

Situazione: Nelle ultime 3-4 ore si sono registrate rovesci e temporali diffusi su tutte le aree, solo marginalmente sull’area A ed E. Registrati cumulati puntuali massimi fino a 100 mm sull’area D (Volterra), attorno a 70 mm sull’area B e tra 30-50 mm sulle altre aree. Registrati cumulati orari massimi puntuali fino a 50 mm sull’area D e attorno a 30-40 mm sull’area B e F. Attualmente il sistema temporalesco più attivo si trova sul grossetano e si estende alla provincia di Siena, Arezzo e parte di quella di Firenze.

Evoluzione
Meteo: Nelle prossime 3-4 ore le precipitazioni, sempre a carattere di rovescio e temporale anche di forte intensità, tenderanno ad interessare principalmente l’area F, D, E, parte meridionale di C e quella più orientale di B. Su queste aree cumulati orari massimi puntuali fino a 40-60 mm, fino a 70-100 mm in 3 ore. Sulle zone di nord-ovest (area A, parte settentrionale di C e occidentale di B) non sono attesi fenomeni di rilievo o al limite brevi rovesci con cumulati di scarso rilievo.

Effetti al suolo: Nelle prossime ore in particolare sulle zone centromeridionali della regione e sui bacini in sinistra idr. dell’Arno potranno verificarsi incrementi dei livelli idrometrici significativi oltre la seconda soglia di riferimento. Nel caso le precipitazioni dovessero insistere sulle zone di alimentazione dei bacini del F. Cecina, Era ed Elsa o dovessero riattivarsi potranno verificarsi locali esondazioni. Repentini innalzamenti sono attesi sui bacini sia costieri della provincia di Grosseto sia interni affluenti dell’Ombrone GR. Saranno inoltre possibili ulteriori criticità geomorfologiche in particolare in quelle porzioni di territorio dove saranno più probabili le precipitazioni più intense, ovverosia sulle zone della provincia di GR, SI e AR.

MONITORAGGIO METEOROLOGICO
Cerreto_pluviometro

Cava Fornace pluviometro

Radar ARPAL-Liguria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: