13 Luglio 2014

Il centro funzionale regionale ha  EMESSO il Bollettino di Vigilanza Meteo  per domani 14 Luglio 2014 
Per l’ area A2-Versilia in cui è compreso il comune di Montignoso è stata emessa una CRITICITA’ ORDINARIA ( livello giallo )   per TEMPORALI e per Mareggiate  per domani 14 Luglio 2014 

 

criticità ordinaria

criticità ordinaria

FENOMENI METEOROLOGICI PREVISTI

A partire dalla prime ore di domani, Lunedi, rovesci e temporali sparsi, inizialmente sulle zone costiere settentrionali e province di Massa-Carrara e Lucca (aree A e C), in graduale trasferimento al resto della regione tra la tarda mattinata e le ore pomeridiane (restanti aree). I fenomeni potranno risultare intensi e più frequenti sulle aree A e C. Cumulati raggiungibili in poco tempo con intensità orarie fino a 50-60 mm/h su A, 40-50 mm/h altrove. 
Cumulati previsti per domani:
Area A: medi 20-30 mm, massimi puntuali fino a 80-100 mm.
Area C: medi 10-15 mm, massimi puntuali fino a 50-70 mm.
Area B, D, E e F (in particolare sulle zone interne): medi fino a 10 mm, massimi puntuali fino a 50-60 mm. 
Mare molto mosso a nord di Capraia e temporaneamente sulla costa tra Livorno e l’alta Versila a partire dalla sera di oggi, Domenica, e la mattina di domani, Lunedì.

Descrizione delle CRITICITÀ ORDINARIE: PER PIOGGIA e TEMPORALI: la marcata instabilità prevista dalle prime ore di domani, lunedì 14 luglio 2014, potrà dar luogo a fenomeni precipitativi anche molto intensi, non facilmente prevedibili sotto il profilo spaziale e temporale, anche se più probabili sulle zone afferenti alla provincia di massa-carrara e Lucca e zone immediatamente a ridosso di esse, in estensione nel corso della mattinata alle restanti zone.

Cumulati previsti per domani: Area A: medi 20-30 mm, massimi puntuali fino a 80-100 mm. Area C: medi 10-15 mm, massimi puntuali fino a 50-70 mm. Area B, D, E e F (in particolare sulle zone interne): medi fino a 10 mm, massimi puntuali fino a 50-60 mm. I mi puntuali fino a 50-70 mm (fino a 50 mm in 1 h), associati a forti colpi di vento e grandinate. Su tutte le aree indicate in tabella, in considerazione delle piogge previste nel Bollettino di Vigilanza, come sopra evidenziate, saranno possibili allagamenti localizzati ad opera di repentini innalzamenti idrici del reticolo idraulico secondario e/o fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane con coinvolgimento delle aree urbane più depresse. Possibilità di allagamenti e danni ai locali interrati, di provvisoria interruzione della viabilità, specie nelle zone più depresse, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane, possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. Durante gli eventi più intensi, quali temporali accompagnati da fulmini, rovesci di pioggia e grandinate, d’incerta previsione sia spaziale che temporale, gli effetti sul territorio potranno essere localmente molto significativi.
PER MARE DALLA SERA DI OGGI, DOMENICA, FINO ALLA MATTINA DI DOMANI, LUNEDI: possibili problemi ai tratti stradali a ridosso della battigia, agli stabilimenti balneari. Possibili ritardi nei collegamenti marittimi. Possibili problemi alle attività marittime. Possibile pericolo per la navigazione di diporto. Possibile pericolo per i bagnanti.
.

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI

IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità ORDINARIA: Possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.
Previsione Grafiche da Modello
[/tab]

pcp12hz2_web_3

 

Stato monitoraggio pluviometrico
[/tab]
CUM12

Precipitazioni cumulate nelle ultime 12 ore. Fonte CFR Regione Toscana

 

CUM24 (14)

Precipitazioni cumulate nelle ultime 24h – Fonte CFR

[/tab]
Monitoraggio evento - emesso 14/07/2014 9,53

CUM12 (1)Situazione

Un intenso sistema temporalesco sta interessando la provincia di Lucca e l’alta provincia di Pisa (area A ed in particolare sottoaree A2 e A4) da circa 4 ore. Complessivamente si registrano cumulati fino a circa 113 mm, di cui 90 mm nelle ultime 3 ore e 40 mm nel corso dell’ultima ora. Dalle prime ore del mattino, come conseguenza delle precipitazioni temporalesche, si sono verificati repentini innalzamenti sul reticolo minore della provincia di Lucca. In particolare sul torrente Freddana è stato superata la seconda soglia di riferimento tra le ore 6.30 e le ore 7.15, con picco alle ore 6.45 pari a 2.86 m szi; attualmente il livello è sceso al di sotto della seconda soglia (1,73 m szi alle 8.15) e continua a diminuire avvicinandosi alla prima soglia (1,5 m).

Evoluzione

Meteo: Il sistema temporalesco, tutt’ora attivo sulle province settentrionali, comprese la provincia di Lucca e Pisa e le zone fino ad ora interessate, è previsto persistere per altre 3 ore circa sulle medesime aree. Sulla base delle informazioni satellitari e dei radar, l’attività temporalesca più attiva si sta concentrando principalmente in mare in prossimità della Versilia. Per le prossime 3 ore sono previste sull’area A e parte alta di C ancora precipitazioni a carattere temporalesco con cumulati fino a 40-50 mm con intensità oraria fino a circa 30-40 mm/h. Dalla tarda mattinata le precipitazioni tenderanno a trasferirsi alle zone interne (restante parte di C, B, D, E e F), cessando gradualmente lungo la fascia costiera. Sulle aree B, D, E ed F sono previste per l’intero evento cumulati puntuali massimi fino 50-60 mm (con intensità oraria fino a 30-40 mm), medi fino a 10 mm. 

Effetti al suolo: Sulla base delle precipitazioni a carattere temporalesco fino ad ora registate ed in considerazione delle previsioni meteo per le prossime ore, persisteranno le attuali condizioni di possibili repentini incrementi dei livelli idrometrici su tutto il reticolo secondario regionale con particolare riferimento alle zone di allerta afferenti la toscana centro-settentrionale.

Monitoraggio evento - emesso 14/07/2014 12.45

Situazione

Nel corso delle ultime 3 ore l’attività temporalesca, che ha interessato dalle prime ore del mattino la provincia di Lucca e l’alta provincia di Pisa e Livorno, ha interessato più direttamente l’Arcipelago settentrionale tra l’isola d’Elba e Gorgona, mentre sulle aree costiere e le restanti zone delle aree A e C le precipitazioni sono risultate meno intense delle precedenti 4-5 ore. I cumulati massimi nelle ultime 3 ore si sono verificati sulla sottoarea C4 con circa 50 mm a Gorgona, di cui 45 nell’ultima ora e 40 mm sul Monte Perone (Elba), di cui 35 mm nell’ultima ora. Sulla sottoarea A2 cumulati in 3 ore fino a circa 25 mm, attorno a 5 mm nell’ultima ora. Sul torrente Freddana il livello idrometrico è ritornato al di sotto della prima soglia di riferimento (alle ore 10.35 era pari a 1,29 m szi), così come sul T. Camaiore il livello è al di sotto della prima soglia di riferimento ed è pari a 0,07 m szi (ore 10.55 solari). Anche sul Fiume Versilia i livelli idrometrici sono ovunque al di sotto della prima soglia. Il livello idrometrico sul Contesora è sceso dal picco di 2,12 m szi delle 06.25 a 0,62 delle 11.10. 

Evoluzione

Meteo: Nelle prossime 3 ore sono previste ancora precipitazioni sparse a prevalente carattere di rovescio o temporale su tutte le aree, comprese le zone litoranee dell’area A e C. Successivamente, i fenomeni a carattere sparso tenderanno ad interessare principalmente le zone interne (zone interne di A, restante parte di C, B, D, E e zone interne di F), cessando sulle zone costiere costiere centro-settentrionali (aree A e C). In serata miglioramento con fenomeni in graduale esaurimento. I temporali potranno ancora risultare intensi con cumulati raggiungibili in breve tempo: intensità massime orarie fino a 30-40 mm/h. Cumulati previsti: aree A, C e D: medi fino a 10 mm, massimi puntuali fino a 40-60 mm; area F: medi non significativi, massimi puntuali fino a 40-50 mm; aree B ed E: medi non significativi, massimi fino a 30-40 mm.

Effetti al suolo: Sulla base delle precipitazioni a carattere temporalesco finora registate ed in considerazione di quelle previste nelle prossime ore, come espressamente indicato in Vigilanza meteo, saranno ancora possibili repentini incrementi dei livelli idrometrici sul reticolo minore nelle zone di allerta indicate in tabella Sintesi delle Criticità. Sempre particolare attenzione nelle prossime 2-3 ore ancora alle zone già interessate dalle piene precedenti, al reticolo minore dell’Arcipelago e a quello insistente sui rilievi limitrofi della fascia costiera.

Monitoraggio evento - emesso 14/07/2014 15.08

cumulata ultime tre oreSituazione

Nel corso delle ultime ore si è osservato l’esaurimento degli intensi sistemi temporaleschi che dalla mattina hanno interessato le zone costiere centro settentrionali, Versilia in particolare; le precipitazioni più intense osservate nelle ultime ore hanno interessato l’isola d’Elba, area C4 (40 mm in due ore, in esaurimento) e in misura minore Colline metallifere, area C2, e alta Val tiberina, area E4 (tra i 20 e i 40 mm in 2 ore); attualmente il sistema temporalesco più attivo interessa i versanti marchigiani dell’Appennino aretino (34 mm di pioggia in un ora osservati a Sestino); altrove si osservano precipitazioni sparse o isolate su isola d’Elba (in esaurimento), Colline Metallifere e zone circostanti e Chianti, con intensità oraria inferiore a 20 mm/h. Su tutti i corsi d’acqua monitorati si registrano livelli idrometrici nella norma, compresi quelli afferenti ai bacini interessati, nella mattinata, dai fenomeni precipitativi più intensi.

Evoluzione

Meteo: Nelle prossime 3 ore saranno ancora possibili precipitazioni sparse o isolate localmente anche a carattere di temporale sulle zone interne (zone interne di A, C ed F, e sulle aree B, D, E) con cumulati orari puntualmente fino a 30-40 mm e massimi nelle tre ore fino a 40-50 mm, più probabili sull’area E. Sulla fascia costiera non si attendono precipitazioni di particolare rilievo. Tra il tardo pomeriggio e la sera ulteriore miglioramento con fenomeni in graduale esaurimento.

Effetti al suolo: In generale si prevedono livelli idrometrici stabili o in diminuzione. All’occorrenza delle possibili precipitazioni previste nell’evoluzione meteo, potranno verificarsi repentini innalzamenti idrometrici nel reticolo secondario.

 

Si ricorda che la criticità ORDINARIA, caratterizzato dal colore giallo,  pur non prevedendo l’ emissione di un avviso di criticità comporta comunque un livello di attenzione di consapevolezza, sopratutto con condizioni meteorologiche  favorevoli allo sviluppo di temporali, che per loro natura sono di difficile localizzazione in temini di tempo e spazio.

Pertanto è opportuno ricordare la definizione data dalla Regione Toscana di Criticità Ordinaria per rischio idrogeologico-idraulico :
PER PIOGGIA e TEMPORALI: possibili allagamenti localizzati ad opera del reticolo idraulico secondario e/o fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane con coinvolgimento delle aree urbane più depresse. Possibilità di allagamenti e danni ai locali interrati, di provvisoria interruzione della viabilità, specie nelle zone più depresse, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane, possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. Al manifestarsi di eventi intensi, quali temporali accompagnati da fulmini, rovesci di pioggia e grandinate, d’incerta previsione sia spaziale che temporale, gli effetti sul territorio potranno essere localmente anche significativi. 


ilmonitoraggio

cfr2 lamma mi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: