Meteo-Idrogeologico

Con il termine rischio meteo-idrogeologico si designa il rischio connesso all’instabilità dei pendii, dovuta a particolare conformazione geologica e geomorfologica di questi, o di corsi fluviali in conseguenza di particolari condizioni ambientali, meteorologiche e climatiche che coinvolgono le acque piovane e il loro ciclo idrologico una volta cadute al suolo, con possibili conseguenze sull’incolumità della popolazione e sulla sicurezza di servizi e attività su un dato territorio.

Per una descrizione completa ed esauriente per l’ inquadramento geologico del territorio del Comune di Montignoso si veda la relazione tecnica del Piano strutturale approvato con accordo di piano di pianificazione tra Regione Toscana e Comune di Montignoso con Decreto RT 100 del 30/03/98.

Per la perimetrazione delle aree a maggior rischio idrogeologico è stata adottata la cartografia del Piano di Assetto Idrogeologico approvato con deliberazione 25 gennaio 2005, N.1 “Approvazione del piano stralcio per l’assetto idrogeologico per il bacino di rilievo regionale Toscana Nord”. e sue successiva modifica e integrazione a seguito di richieste di revisione delle aree a rischio idraulico da parte delle Amministrazioni Comunali ai sensi della Deliberazione del Consiglio Regionale n. 1212/1999″.

Per il territorio del Comune di Montignoso per ricostruire gli scenari di evento sono state analizzate le situazioni indicate nel Piano di Assetto Idrogeologico dalla Pericolosità Idraulica e dalla Pericolosità Geomorfologica  elevata e molto elevata.. Come si evidenzia nella cartografia il territorio risulta diviso in due parti pressochè nettamente distinte. La parte a valle della Statale Aurelia in cui vi è unicamente una pericolosità di tipo idraulico e la parte a monte dove è preponderante  la pericolosità di tipo geologico.

 

Pericolosità Idraulica Elevata PI3Comprende aree innondabili da eventi con tempi di ritorno TR inferiori a 30 anni e altezza dell' acqua esondata ( battente) h maggiore di 30 cm.
Molto elevata PI4Comprende aree inondabili da eventi con tempo di ritorno TR inferiore a 30 anni e altezza dell’acqua esondata (battente) h inferiore a 30 cm; aree inondabili da un evento con tempo di ritorno compreso tra 30 e 100 anni e altezza dell’acqua esondata (battente) h maggiore di 30 cm.
Pericolosità da frana Elevata PF3Aree interessate da fenomeni di dissesto attivi o quiescenti e da condizioni geomorfologiche marcatamente sfavorevoli – aree con fenomeni franosi attivi o inattivi che tuttavia presentano segni di potenziale instabilità (frane quiescenti) causa potenziale di rischio elevato.
Molto Elevata PF4Pericolosità indotta da fenomeni franosi attivi che siano anche causa di rischio molto elevato.

 

.

la formula del rischio

formrisch
lefonti

logoRT  
logoPAIRT20  
logoPAIRT21
logoPAIRT23
logoPAIRT24
Nota. i files delle Carte di tutela del Territorio sono di grandi dimensioni.

logocomunemont

 

La cartografia

idrografia peridraulica  pergeomorf