15 Marzo  2015

Il centro funzionale regionale ha  EMESSO Bollettino di vigilanza meteo con criticità  ordinaria relativa alla giornata di domani Domenica 15 Marzo

 

 

FENOMENI METEOROLOGICI PREVISTI

l’approfondimento di una depressione con minimo ad ovest dell Corsica determinerà dalla giornata di domani, domenica, un generale peggioramento sulla Toscana.
Dalla mattina di domenica piogge diffuse in graduale estensione dalle zone costiere al resto della regione. I fenomeni risulteranno più intensi e persistenti sulle aree costiere e sull’Appennino tosco-emiliano (aree A,B,C,F). Locali temporali saranno possibili sull’Arcipelago e sulla costa dal pomeriggio-sera.
Cumulati attesi fino alle 24 di domenica.
Area A: medi 10-15 mm, massimi fino a 20-40, in particolare sui rilievi. Quota neve intorno a 1100-1200 m.

Dalla mattina di domenica e fino alla sera venti di burrasca di Scirocco sull’Arcipelago con raffiche fino a 70-90 km/h. Vento forte sulla costa (in particolare livornese e grossetana) e sulle zone limitrofe con raffiche fino a 50-60 km/h.
Domenica mare molto mosso o localmente agitato a largo; a sud dell’Elba anche sottocosta.

 

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI

IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

PER PIOGGIA e TEMPORALI: domani, a partire dalla mattina le piogge diffuse in graduale estensione dalle zone costiere al resto della regione, potranno comportare possibili allagamenti localizzati ad opera del reticolo idraulico secondario e/o fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane con coinvolgimento delle aree urbane più depresse. Possibilità di allagamenti e danni ai locali interrati, di provvisoria interruzione della viabilità, specie nelle zone più depresse, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane, possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. La possibile presenza sul territorio della notevole vegetazione, anche in forma di arbusti, non più ancorata ma bensì divelta dal recente evento estremo di vento, potrà amplificare le criticità idrogeologiche-idrauliche sia sui versanti che nel fondovalle; potranno quindi verificarsi improvvise piene su torrenti o rii montani con possibile movimentazione di materiale flottante e conseguente occlusione parziale delle sezioni di deflusso delle acque e delle luci dei ponti. Al manifestarsi di eventi intensi, quali temporali accompagnati da fulmini, rovesci di pioggia e grandinate, d’incerta previsione sia spaziale che temporale, gli effetti sul territorio potranno essere localmente anche significativi.
VENTO
PER VENTO: possibilità di blackout elettrici e telefonici, di caduta di alberi, cornicioni e tegole, di danneggiamenti alle strutture provvisorie. Possibili problemi alla circolazione stradale, ai collegamenti marittimi e alle attività marittime.
Per la differenza tra VIGILANZA e ALLERTA METEO  > Vigilanza 0 Allerta? 

 

 


ilmonitoraggio

cfr2 lamma mi

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: