16 Gennaio  2015

Il centro funzionale regionale ha  EMESSO Bollettino di vigilanza meteo con criticità  ordinaria relativa alla giornata di domani Sabato 17 Gennaio 

 

 

FENOMENI METEOROLOGICI PREVISTI

una perturbazione nord atlantica interesserà la Toscana tra il pomeriggio di oggi, venerdì, e il primo pomeriggio di domani, sabato. Dal pomeriggio di oggi, venerdì, peggioramento sulle province di nord ovest con precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio o temporale. Tra la notte e il mattino di domani, sabato, le precipitazioni tenderanno ad estendersi a tutta la regione assumendo, specie nelle sulle province occidentali, locale carattere temporalesco. I temporali potranno risultare localmente forti su A e sulle aree costiere centro settentrionali (area C) con intensità orarie fino a 15-20 mm/h. Nel pomeriggio di domani, sabato, tendenza ad cessazione dei fenomeni a partire dai settori di nord ovest.
Sono previsti cumulati medi intorno a 40-50 mm sull’area A, 10-15 mm sull’area B e 5-10 mm sulle restanti aree.
Puntualmente si potranno raggiungere massimi di 100-150 mm su A (in particolare sui rilievi esposti al flusso) e fino a 60-80 mm sulla parte occidentale di B (specie sui rilievi). Altrove massimi puntuali fino a 40 mm.
Da oggi, venerdì, venti forti di Scirocco sull’Arcipelago e sul litorali esposti. Possibili raffiche di burrasca su Amiata, crinali appenninici e zone sottovento. Dal pomeriggio di domani sabato, venti forti di Libeccio su Capraia, Gorgona e sulla costa pisana-livornese.
Oggi, venerdì, mare molto mosso al largo, sull’Arcipelago e lungo le coste esposte allo Scirocco; dal pomeriggio di domani, sabato, mare molto mosso o localmente agitato al largo a nord di Capraia e sulla costa centro-settentrionale.

 

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI

IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

CRITICITA’ ORDINARIA PER PIOGGIA e TEMPORALI: possibili allagamenti localizzati ad opera del reticolo idraulico secondario e/o fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane con coinvolgimento delle aree urbane più depresse. Possibilità di allagamenti e danni ai locali interrati, di provvisoria interruzione della viabilità, specie nelle zone più depresse, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane, possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. Al manifestarsi di eventi intensi, quali temporali accompagnati da fulmini, rovesci di pioggia e grandinate, d’incerta previsione sia spaziale che temporale, gli effetti sul territorio potranno essere localmente anche significativi.
PER MARE: possibili problemi ai tratti stradali a ridosso della battigia, agli stabilimenti balneari. Possibili ritardi nei collegamenti marittimi. Possibili problemi alle attività marittime. Possibile pericolo per la navigazione di diporto. Possibile pericolo per i bagnanti.
Per la differenza tra VIGILANZA e ALLERTA METEO  > Vigilanza 0 Allerta? 

 

 


ilmonitoraggio

cfr2 lamma mi

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: